Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

A Broken Heart Is An Open Heart - Louise Lemon (Icons Creating Evil Art)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Louise Lemon - A Broken Heart Is An Open Heart
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2019
Produzione: Randall Dunn
Genere: rock / alternative / goth
Scheda autore: Louise Lemon



La svedese Louise Lemon sembra faticare a farsi conoscere. Siamo troppo saturi di cantanti oscure o è la qualità a latitare? Nè l'uno nè l'altro, probabilmente è solo una questione di carisma. Malin Louise Lemón Gadeborg si è autoproclamata Death Gospel Queen ma ha l'aspetto da brava ragazza svedese, con un bel fisico e la faccia rotonda, esattamente al contrario delle spigolose cantanti dark. Non si veste scuro e le sue foto potrebbero essere uscite dalle copertine di rivista di moda patinata. Non ci sono neanche dei tatuaggi in vista. Se ha un manager me lo immagino implorarla di farsi almeno una tinta scura.

Purtroppo queste facezie, in un mondo che corre veloce e la critica non viene elabora dopo lunghi pensieri, finiscono per far passare in secondo piano le qualità di un artista. Facendo l'esempio opposto, muovendosi più o meno nello stesso genere, prendete i Twin Temple che sull'immagine oscura e satanica hanno costruito la loro carriera.

Dopo tutto questo preambolo non ho ancora parlato di musica. Riassumendo molto Louise è l'anello di congiunzione fra Chelsea Wolfe e Lana Del Rey. Tempi blandi (estremizzando un po' potremmo definire doom, non a caso è molto amata dallo staff del Roadburn), vocalità soul, atmosfere oscure e cinematiche. Diremmo di scuola David Lynch, se già non esistessero Chrysta Bell e Julee Cruise.

Rispetto all'esordio "Purge", "A Broken Heart Is An Open Heart" risulta maggiormente prodotto e suonato, con sonorità ricercate e alcune grandi canzoni: si sente il lavoro raffinato dell'esperto produttore Randall Dunn. Datele una possibilità: potreste rimanerne piacevolmente sopresi.

[Dale P.]

Canzoni significative: Montaña, Not Enough.


Questa recensione é stata letta 105 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes
Giorgio Canali - Giorgio Canali & RossofuocoGiorgio Canali
Giorgio Canali & Rossofuoco
Tomahawk - Mit GasTomahawk
Mit Gas
Love In Elevator - Venoma EPLove In Elevator
Venoma EP
Martin Grech - March Of The LonelyMartin Grech
March Of The Lonely
Pearl Jam - Immagine In Cornice [DVD]Pearl Jam
Immagine In Cornice [DVD]
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Melissa Auf Der Maur - Auf Der MaurMelissa Auf Der Maur
Auf Der Maur
AA.VV. - Judgment NightAA.VV.
Judgment Night