Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Emma Ruth Rundle - Engine Of Hell (Sargent House)

Ultime recensioni

Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues
Thou - UmbilicalThou
Umbilical
Porcelain - PorcelainPorcelain
Porcelain
Eye - Dark LightEye
Dark Light
Bala - BestaBala
Besta
Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty

Emma Ruth Rundle - Engine Of Hell
Autore: Emma Ruth Rundle
Titolo: Engine Of Hell
Etichetta: Sargent House
Anno: 2021
Produzione: Sonny Diperri
Genere: rock / folk / pop

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Engine Of Hell





Non credo che Emma Ruth Rundle con i suoi dischi abbia fatto molti soldi. Il giusto per sopravvivere e per portare avanti la sua arte trasformandola pian piano in lavoro, stando sulla strada la maggior parte del tempo. E così, come da clichè del rock, arrivano l'alcol e la droga a fare compagnia. Ogni sera, ogni giorno. Finchè non spunta la pandemia che ti ferma a casa, se una casa ce l'hai. Emma si rende conto che qualcosa non va, che sta andando in una strada sempre più buia. Inizia un percorso di terapia e disintossicazione e di trasformazione.

Si chiude in casa, imbraccia una chitarra acustica, a volte un pianoforte, e inizia a scrivere canzoni. Brani intimi, sussurati, lontani dall'elettricità a cui siamo abituati e dalla vocalità "alternative" che avevamo imparato ad amare. La nuova Emma è più vicina all'intimità fragile di Lisa Germano ed è in grado di penetrare il petto dell'ascoltatore e straziargli il cuore. O come una Grouper che ci crede fino in fondo. E se Lingua Ignota rimane inarrivabile dal punto di vista tecnico questo "Engine Of Hell" è un serio candidato a mettersi al fianco di "Sinner Get Ready" come disco "a vene aperte".

Auguro a Emma un futuro più equilibrato e solare ma, purtroppo, da ascoltatore, non posso che godere di tanto dolore.

[Dale P.]

Canzoni significative: Return, Blooms of Oblivion.


Questa recensione é stata letta 501 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans

NEWS


09/04/2022 Annuncia "EG2: Dowsing Voice"

tAXI dRIVER consiglia

Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Ed Harcourt - Here Be MonstersEd Harcourt
Here Be Monsters
Giant Sand - Cover MagazineGiant Sand
Cover Magazine
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
William Elliott Whitmore - Field SongsWilliam Elliott Whitmore
Field Songs
Big Brave - & The Body - Leaving None But Small BirdsBig Brave
& The Body - Leaving None But Small Birds
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Dorthia Cottrell - Death Folk CountryDorthia Cottrell
Death Folk Country
Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues