Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Made Out Of Babies - The Ruiner (The End)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

Made Out Of Babies - The Ruiner
Autore: Made Out Of Babies
Titolo: The Ruiner
Anno: 2008
Produzione: Andrew Schneider
Genere: rock / noise / post-metal

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Compra Made Out Of Babies su Taxi Driver Store


Giunti velocemente al terzo album i Made Out Of Babies non sono più una promessa ma una band da glorificare e basta. Tre dischi imperdibili, rivolti per lo più ad un pubblico di postcorers ma in realtà con poco e niente da spartire con la scena "Neurosis-dipendente". Svincolati da Neurot (a causa della rottura fra Julie e Josh Graham, visual della band di VonTill?) e da Steve Albini che li aiutò a forgiare e a personalizzare un suono debitore di Jesus Lizard e delle band Amphetamine Reptile in genere, i Made Out Of Babies confezionano il loro album più personale e per certi versi più a fuoco. Forse meno malato ma decisamente più gradevole da ascoltare, eccitante nei suoi passaggi più riusciti e con una band più sicura di sè e meno ai servizi della comunque incontenibile cantante Julie.

Certamente la differenza la fanno sempre i vocalizzi deviati di Julie, ma attualmente solo i Made Out Of Babies suonano così. Moderni ma ancorati al meglio degli anni 90, come se fosse possibile un mondo popolato nello stesso tempo da Baroness e da Jesus Lizard ancora incazzati.

Non un'attimo di pausa, non un cedimento ma soprattutto nessun riempitivo.

Chi pensava che i nostri "da soli" avrebbero perso carisma si sbagliava di grosso, e non dovranno stupirsi se entro breve tempo si parlerà di loro come una band enorme. Per ora chi li ha ascoltati non ha potuto fare a meno di amarli, perchè è veramente dura trovare tuttoggi dei difetti in una simile proposta. Ascoltateli, amateli e spargete la voce.

[Dale P.]

Canzoni significative: Invisible Ink, The Major.

Questa recensione é stata letta 3192 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Made Out Of Babies - CowardMade Out Of Babies
Coward
Made Out Of Babies - TrophyMade Out Of Babies
Trophy

Live Reports

18/11/2006LondraForum

NEWS


14/03/2012 Sciolti
30/06/2010 Disco Solista di Julie Christmas

tAXI dRIVER consiglia

Zu - Live In HelsinkiZu
Live In Helsinki
Benefits - NailsBenefits
Nails
Lou Reed - Metal Machine MusicLou Reed
Metal Machine Music
Ken Mode - VenerableKen Mode
Venerable
Psychic Paramount - IIPsychic Paramount
II
Ken Mode - NullKen Mode
Null
Oozing Wound - We Cater To CowardsOozing Wound
We Cater To Cowards
Unsane - WreckUnsane
Wreck
The Austerity Program - Bible Songs 1The Austerity Program
Bible Songs 1
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir