Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Mondo Generator - Dead Planet Sonicslowmotiontrails (Mother Tongue)

Ultime recensioni

Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Wyatt E. - Al Beluti DaruWyatt E.
Al Beluti Daru

Mondo Generator - Dead Planet Sonicslowmotiontrails
Autore: Mondo Generator
Titolo: Dead Planet Sonicslowmotiontrails
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / alternative / hard

Voto:



Si può passare dai giganteschi palchi intorno al mondo, con folle oceaniche che ti guardano come una star, un po' da temere e un po' da invidiare, top model ai tuoi piedi, vini pregiati e cocaina e arrivare a distruggere tutto facendosi cacciare dalla band ma continuando ad andare in giro per il mondo, perennemente strafatto in club minuscoli, con birra annaquata, whisky da quattro soldi e pochi soldi?

Non stiamo parlando di un eroe degli anni 80, magari uno dei Poison o degli Skid Row. Ma del nostro fido Rex Everything, al secolo Nick Oliveri, carismatico ex-bassista dei Queens Of The Stone Age con cui ha contribuito indelebilmente a forgiarne l'immagine sopra le righe.

Come saprete, dopo il tour di Songs For The Deaf, Nick venne cacciato dal guru Josh Homme dopo l'ennesima litigata causata da chissà quale sostanza psicotropa. O forse è stato solo un modo "spettacolare" del bassista per tornarsene silenziosamente nell'underground, suo habitat naturale, donando ad entrambi i protagonisti un immagine ancora più definita presso la stampa e il pubblico.

"Dead Planet: Sonicslowmotiontrails" è il primo disco di Nick dopo lo scisma, ma non si discosta dagli ingredienti precedenti, palesando come i precedenti più o meno le stesse influenze o i suoi gusti del momento.

Se in "Cocaine Rodeo" si ripescava lo stoner malefico dei suoi brani dei Kyuss (ad esempio proprio "Mondo Generator") in "A Drug Problem That Never Existed" il sound era una versione più punky di Songs For The Deaf e Rated R.

Il terzo enfatizza ancora di più il suo spirito street punk, tributando Dwarves e Turbonegro, vere ossessioni per Nick palesati da anni tramite collaborazioni con i musicisti in questione.

Troviamo quindi riffoni ignoranti suonati con piglio guascone, ritornelli corali e ritmo andante. Niente di nuovo, nè di particolarmente appetibile per la massa, ma perfettamente coerente con il personaggio a cui poco importa se non salire su un palco e accendere l'amplificatore al massimo.

Un disco per perdenti. Come ogni vero disco rock'n'roll.

[Dale P.]

Canzoni significative: Sam Hall, All The Way Down.


Questa recensione é stata letta 3263 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Mondo Generator - A Drug Problem That Never ExistedMondo Generator
A Drug Problem That Never Existed
Mondo Generator - Cocaine RodeoMondo Generator
Cocaine Rodeo
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It

Live Reports

04/09/2004BolognaIndipendent Days Festival

NEWS


22/02/2005 Parla Oliveri

tAXI dRIVER consiglia

Mudhoney - Since WeMudhoney
Since We've Become Translucent
AA.VV. - Vegetable Man Project Vol.2AA.VV.
Vegetable Man Project Vol.2
Motorpsycho - Demon BoxMotorpsycho
Demon Box
Martin Grech - March Of The LonelyMartin Grech
March Of The Lonely
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Yeah Yeah Yeahs - Fever To TellYeah Yeah Yeahs
Fever To Tell
(P)itch - Bambina Atomica(P)itch
Bambina Atomica
 Deadburger
S.t.0.r.1.e.
Santo Niente - Il Fiore DellSanto Niente
Il Fiore Dell'Agave
Grinderman - GrindermanGrinderman
Grinderman