Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Folkesange - Myrkur (Relapse)

Ultime recensioni

Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History
Black Magick SS - Rainbow NightsBlack Magick SS
Rainbow Nights
Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog

Myrkur - Folkesange
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2020
Produzione: Christopher Juul
Genere: pop / folk /
Scheda autore: Myrkur



Amalie Bruun Ŕ una ragazza che se ne sbatte delle regole. Ha iniziato la carriera come cantante pop per poi militare negli Ex Cops e i Minks con cui ha fatto una manciata di dischi con un discreto successo in patria (Danimarca). Nel 2014 cambia "gimmick" e si presenta come Myrkur nella scuderia Relapse con lavori a cavallo fra il black metal e il folk, ultra criticati dalla frangia pi¨ conservatrice del genere. Nel 2016 pubblica "Mausoleum" con un coro di voci bianche e inizia a pubblicare su Youtube video in cui suona canzoni folk nordiche con strumenti inusuali. Ma il black metal Ŕ ancora ben presente nel secondo disco "Mareridt".

Il genere viene completamente abbandonato con il nuovo disco "Folkesange" dove, come si pu˛ intuire dal titolo, a fare da padrone Ŕ il folk. Che, come dicono i Bachi Da Pietra "Black Metal il mio folk", ma forse intendevano il contrario. O come i Witchcraft che hanno appena pubblicato un disco alla Nick Drake intitolandolo "Black Metal". Ma ci sono tantissimi esempi di contaminazioni fra i due generi, anche se spesso in chiave da partito "conservatore".

Dato che oltre che molto brava Amalie Ŕ anche molto odiata (troppo bella, troppo tecnica, troppo tutto) in "Folkensange" prende una direzione che ricorda quella di Enya, quindi molto vicino a certa new age e quindi ancora pi¨ lontana da certo pubblico. Scelta che le allontanerÓ ulteriormente parte dei metallari (con sua somma gioia) e che potrÓ aprire delle porte in case che non hanno mai avuto un disco Relapse. Magari proprio quella dei fan delle sue precedenti band o qualche stravagante freakettone.

"Folkesange" Ŕ un disco curioso che conferma il talento assoluto di Myrkur ma a cui speriamo farÓ seguito un ritorno alle sonoritÓ heavy. O qualche nuova, imprevedibile, mossa.

[Dale P.]

Canzoni significative: House Carpenter, Leaves of Yggdrasil.


Questa recensione Ú stata letta 47 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Cibelle - The Shine Of Dried Electric LeavesCibelle
The Shine Of Dried Electric Leaves
Yo Yo Mundi - 54Yo Yo Mundi
54
Kings Of Convenience - Quiet Is The New LoudKings Of Convenience
Quiet Is The New Loud