´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Reverend Kristin Michael Hayter - Saved! (Perpetual Flame)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!
Titolo: Saved!
Anno: 2023
Produzione: Seth Manchester
Genere: pop / folk / experimental

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Saved!





Ho sempre affrontato Lingua Ignota con la stessa dose di paura e rispetto, spesso rimandando o centellinando gli ascolti sapendo che sarei andato incontro ad un contenuto non proprio facile da digerire: la sua musica graffiante e disturbante non Ŕ di quelle che vorresti al fianco tutti i giorni come colonna sonora, anzi. A quanto pare Ŕ la stesso pensiero della sua creatrice che ha "ucciso" il progetto dopo tre dischi e un difficoltoso tour di addio. La musica espressa da Kristin nel suo precedente progetto era troppo. Troppo tutto. Troppo legata a momenti di vita che definire traumatizzanti Ŕ un eufemismo: Ŕ quindi la scelta pi¨ naturale abbandonare del tutto quei suoni e quelle sensazioni e lasciarseli in qualche modo alle spalle.

Tra i cultori c'era quindi tanta curiositÓ su cosa avrebbe proposto con il suo nuovo nick name. Per molti Ŕ stata una sorpresa l'ascolto della prima anticipazione "All Of My Friends Are Going To Hell", capace fin dal titolo di catturare l'attenzione dei fan: gospel, soul, blues mescolato ai Black Sabbath? Se tanti hanno gridato al plagio vocale di War Pigs probabilmente non sanno che quella linea Ŕ tipicamente ispirata al folk rurale degli Appalacchi (per darvi un consiglio veloce ascoltate la colonna sonora di "O Brother, Where Art Thou?"). Ovviamente non Ŕ una scelta casuale. Il testo Ŕ da film horror. Siete stupiti? Non conoscete bene Kristin.

Facciamo un passo indietro. Caligula. Tutti (o quasi) conoscono il meraviglioso secondo disco di Lingua Ignota. Ma vi consiglio di andare a spulciare il suo bandcamp e ascoltarvi il "The Caligula Demos", disco che avrebbe meritato l'uscita fisica e capace di rivaleggiare con la versione completa per intensitÓ e bellezza. E giÓ che siete su bandcamp puntate sulla cover di Jolene di Dolly Parton o sul brano "O Ruthless Great Divine Director". Il Reverendo Kristin c'era giÓ. Pianoforte e voce. Poca elettronica. Tanto soul, inteso come passione.

Torniamo a "Saved!". L'album inizia con una registrazione rovinata, come un nastro ritrovato in una cantina polverosa di qualche casa abbandonata della Pennsylvania pi¨ rurale. Poi c'Ŕ "All Of My Friends Are Going To Hell" che continua a incasinare il cervello su cosa e come dovrebbe essere. Man mano che avanza, il disco prende sempre pi¨ forma, rivelando una forma spaventosa in cui sette religiose, predicatori televisivi (citati fin dall'artwork), salvezza, redenzione, morte e sofferenza diventano un unicum sonoro senza precedenti. Kristin ha studiato e vissuto la musica di molti decenni prima (dagli anni 70 in gi¨ fino agli inizi del 900), ne ha ripreso la forma, il modo in cui veniva registrata e l'ha plasmata a suo modo. La sua voce e un pianoforte preparato. Qualche rumore. E lacrime. Sembra di sentire la presenza della Family di Charles Manson o del Reverendo Jim Jones. C'Ŕ il diavolo. Ci sono preti e personaggi assurdi. Fango e fieno. Candele e stufe.

E il finale. Quel finale che sembra uscito da "Berlin" di Lou Reed.

"Saved!" Ŕ un'opera d'arte, un disco che merita di essere studiato nei minimi particolari. Un disco che solo Kristin poteva concepire e far suonare in questo modo. Geniale. Doloroso. Necessario. Dopo la salvezza chissÓ cosa ci sarÓ.

[Dale P.]

Canzoni significative: There Is Power In The Blood, How Can I Keep From Singing.


Questa recensione Ú stata letta 509 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Arooj Aftab - Vulture PrinceArooj Aftab
Vulture Prince
Cat Power - CoversCat Power
Covers
Lina Rodrigues Refree - Lina_RaŘl RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_RaŘl Refree
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
Kings Of Convenience - Quiet Is The New LoudKings Of Convenience
Quiet Is The New Loud
Sangre De Muerdago - & Judasz & Nahimana - Cantiga de Folhas e AgulhasSangre De Muerdago
& Judasz & Nahimana - Cantiga de Folhas e Agulhas
Yo Yo Mundi - 54Yo Yo Mundi
54
Cibelle - The Shine Of Dried Electric LeavesCibelle
The Shine Of Dried Electric Leaves