Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Nero Di Marte - Immoto (Season Of Mist)

Ultime recensioni

The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem

Nero Di Marte - Immoto
Autore: Nero Di Marte
Titolo: Immoto
Etichetta: Season Of Mist
Anno: 2020
Produzione: Riccardo Pasini
Genere: metal / post-metal / progressive

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




I bolognesi Nero Di Marte fanno le cose per bene: ottime influenze, registrazioni perfette, artwork da favola e dischi che meritano tanta attenzione. Dopo 6 anni di silenzio il quartetto passa da Prosthetic Records alla Season Of Mist, che non si è fatta scappare l'occasione di pubblicare un disco di altissima qualità.

"Immoto" è un massiccio album di post-metal tecnico che ricorda le trame intricate di Intronaut e primi Mastodon, i riffoni pesanti dei Meshuggah, la follia degli Strapping Young Lad e l'epicità dei Nevermore. Mica male. Ho citato il post-metal perchè la band sviluppa i brani partendo da quella sorta di doom/sludge lento ma teso di scuola Neurosis / Isis, per poi inserire via via elementi di metal più "estremo". "Immoto" è ricco, a tratti sorprendente, ma non ostico: scorre fluido grazie ad un notevole lavoro di arrangiamento e ad una produzione chiara ed efficace.

Ovviamente non dovete essere allergici ai tecnicismi. Qualche sforbiciata qua e là avrebbe giovato l'ascolto e fatto guadagnare un voto più alto.

[Dale P.]

Canzoni significative: L'Arca, La Casa Del Diavolo.


Questa recensione é stata letta 1566 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Rosetta - A Determinism Of MoralityRosetta
A Determinism Of Morality
Isis - OceanicIsis
Oceanic
Dirge - Elysian Magnetic FieldsDirge
Elysian Magnetic Fields
Solstafir - Svartir SandarSolstafir
Svartir Sandar
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia
5ive - Hesperus5ive
Hesperus
Callisto - True Nature UnfoldCallisto
True Nature Unfold
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Dyskinesia - Dalla NascitaDyskinesia
Dalla Nascita
Jesu - JesuJesu
Jesu