´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Maelstrom - Oathbreaker (Deatwish)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Oathbreaker - Maelstrom
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2011
Produzione: Michael Neyt
Genere: punk / post-hardcore / post-metal
Scheda autore: Oathbreaker



Dal Belgio posthardcore degli Amen Ra si aggiungono gli Oathbreaker, che dei nuovi entrati di casa Neurot condividono un chitarrista e l'ospitata in un brano del cantante Colin.

Rispetto ai colleghi la band arriva subito all'etichetta "grossa", ovvero la Deathwish di casa Converge, grazie anche al lavoro dietro alle manopole di Kurt Ballou.

I nostri suonano un hardcore metallizzato piuttosto cupo e apocalittico, ma rispetto agli Amen Ra suonano al doppio della velocita', ricordando quindi le produzioni piu' hardcore/death dell'etichetta.

Oathbreaker pero' mostrano di possedere alcuni numeri potenzialmente interessanti. In primis la violenta voce della cantante Caro, che mostra pure doti "soul" nello struggente finale di disco, poi per una discreta varieta' di fondo che regala un songwriting interessante ed ispirato. Purtroppo niente di originale, ma nei due brani finali la band mostra numeri che valgono da soli il prezzo del biglietto.

"Glimpse Of The Sun" ha un andamento "post" apocalittico di grande groove. Ovviamente la discendenza con gli AmenRa qua e' decisamente palese. Infine la title-track suonata in punta di dita evoca morbidezze folk totalmente inaspettate.

Una band da tenere d'occhio a cui auguriamo di non cadere nel dimenticatoio.

[Dale P.]

Canzoni significative: Glimpse Of The Sun, Maelstrom


Questa recensione Ú stata letta 1275 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Full Effect - ReconcilementFull Effect
Reconcilement
Converge - You Fail MeConverge
You Fail Me
Cave In - Perfect Pitch BlackCave In
Perfect Pitch Black
Shift - SpacesuitShift
Spacesuit
At The Drive-In - In Casino OutAt The Drive-In
In Casino Out
Laghetto - /Magazine Du Kakao - SplitLaghetto
/Magazine Du Kakao - Split
Inferno - InfernoInferno
Inferno
Million Dead - A Song To RuinMillion Dead
A Song To Ruin
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson
Laghetto - PocapocalisseLaghetto
Pocapocalisse