Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Educated Horses - Rob Zombie (Universal)

Ultime recensioni

Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent

Rob Zombie - Educated Horses
Voto:
Etichetta: Universal
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / nu-metal /
Scheda autore: Rob Zombie



Fondamentale e assolutamente azzeccato il titolo.

White Zombie: quello che mi ricordo è solo una band di cavalli pazzi, anacronistici, che hanno sfornato dischi inutili per buona parte della loro carriera arrivando al capolinea con un masterpiece dei '90, Astrocreep 2000.

Poi Rob urla "GHE PENSI MI".

Un paio di dischi e un paio di film.

E poi questo cavallo ammaestrato.

Perché se mi dispiace molto parlare male di questo personaggio emblematico e fondamentale nella storia del non-metal e non-alternative, il disco è proprio spompato.

Ci sono gli YEAH. Ci sono i mugolii presi dai film porno. Ma non dovrebbero esserci pezzi come "Foxy foxy" o "17 year locust".

Purtroppo, dopo la solita intro, un pezzo [America Witch] poco convincete, Rob si piega verso una curva discendente difficile da digerire. "Death of it All" nella sua assurda e perversa vena country rimane uno dei capitoli più significativi dell'intero disco. Il resto, è davvero un animale ammaestrato.

Ora aspettiamo il nuovo film…

[Thrasher XXX]

Canzoni significative: Let it all bleed out, Death of it all


Questa recensione é stata letta 3035 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


27/05/2005 Nuovo Album e Ospiti
27/02/2005 Arriva "The Devil's Rejects"
09/11/2004 In Arrivo Nuovo Film

tAXI dRIVER consiglia

Deftones - DeftonesDeftones
Deftones
 None Of Us
Twice Again
AA.VV. - Spawn - The AlbumAA.VV.
Spawn - The Album
Mudvayne - The End Of All Things To ComeMudvayne
The End Of All Things To Come
Korn - KornKorn
Korn
Thisgust - ThisgustThisgust
Thisgust
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Papa Roach - InfestPapa Roach
Infest
Miocene - A Pefect Life With A View Of The SwampMiocene
A Pefect Life With A View Of The Swamp
Ninefold - MotelNinefold
Motel