´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie [ experimental ] pop elettronica

A Deep Voiceless Wilderness - Steve Von Till (Neurot)

Ultime recensioni

Poppy - FluxPoppy
Flux
Kowloon Walled City - PieceworkKowloon Walled City
Piecework
Slowshine - Living LightSlowshine
Living Light
Unto Others - StrenghtUnto Others
Strenght
Space Afrika - Honest LabourSpace Afrika
Honest Labour
Dead Sara - It AinDead Sara
It Ain't Tragic
Big Brave - & The Body - Leaving None But Small BirdsBig Brave
& The Body - Leaving None But Small Birds
XX'ed Out
We All Do Wrong
Damon Locks Black Monument Ensemble - NowDamon Locks Black Monument Ensemble
Now
Angel Bat Dawid - Hush Harbor Mixtape Vol. 1 DoxologyAngel Bat Dawid
Hush Harbor Mixtape Vol. 1 Doxology
Andrew W.K. - God Is PartyingAndrew W.K.
God Is Partying
Hildur Gu­nadˇttir - Battlefield 2042 SoundtrackHildur Gu­nadˇttir
Battlefield 2042 Soundtrack
Chubby And The Gang - The MuttChubby And The Gang
The Mutt's Nuts
Amyl And The Sniffers - Comfort To MeAmyl And The Sniffers
Comfort To Me
Low - Hey WhatLow
Hey What
Hooded Menace - The Tritonus BellHooded Menace
The Tritonus Bell
Tropical Fuck Storm - Deep StatesTropical Fuck Storm
Deep States
Halsey - If I Canĺt Have Love, I Want PowerHalsey
If I Canĺt Have Love, I Want Power
Comet Control - Inside The SunComet Control
Inside The Sun
Dana Dentata - PantychristDana Dentata
Pantychrist

Steve Von Till - A Deep Voiceless Wilderness
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Neurot
Anno: 2021
Produzione: Randall Dunn
Genere: experimental / ambient /


Ascolta A Deep Voiceless Wilderness





Che i Neurosis siano ridondanti non Ŕ certo una novitÓ. Chi si ricorda per esempio i dischi a nome Tribes Of Neurot che facevano da completamento alla discografia dei Neurosis (ad esempio "Grace" era il compendio di "Times Of Grace")?

Steve Von Till, che dei Neurosis Ŕ l'anima pi¨ musicale, a distanza di un anno dall'ottimo album solista "No Wilderness Deep Enough" ha pubblicato la versione senza voce dello stesso disco intitolandola "A Deep Voiceless Wilderness".

A cosa serve questa operazione? Commercialmente a niente, non credo che Steve venda abbastanza da giustificare due release simili a cosý breve distanza. Ma artisticamente mette sotto una luce diversa la musica composta. Che, intanto, Ŕ la prima ad essere stata realizzata senza l'ausilio di una chitarra. Ecco perchŔ funziona cosý bene senza l'accompagnamento vocale: essenzialmente Ŕ nata come composizione cinematica. In pi¨, dettaglio non trascurabile, la voce di Steve, per quanto bella, tendeva ad appesantire la musica, ad esagerare di enfasi. Mentre spogliata di quell'ingombrante ornamento Ŕ libera di volare in libertÓ. Steve ha evidentemente ascoltato compositori come Jˇhann Jˇhannsson e si sente. E da bravo genietto ne Ŕ diventato un ottimo discepolo.

Se non avete comprato il precedente buttatevi su questa versione, se altrimenti ce l'avete giÓ fatevi due conti e provate ad incuriosirvi perchŔ ne vale la pena.

[Dale P.]

Canzoni significative: HThe Emptiness Swallows Us All, The Spiraling Away.

Questa recensione Ú stata letta 109 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough

tAXI dRIVER consiglia

Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
Zu - Terminalia AmazoniaZu
Terminalia Amazonia
Floating Points - & Pharoah Sanders - PromisesFloating Points
& Pharoah Sanders - Promises
Golem Mecanique - Nona, Decima Et MortaGolem Mecanique
Nona, Decima Et Morta
Lustmord - & Karin Park - AlterLustmord
& Karin Park - Alter
Senyawa - AlkisahSenyawa
Alkisah
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Fantomas - Delirium CordiaFantomas
Delirium Cordia