´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk alternative indie stoner experimental [ drone ] elettronica grunge

& Boris - Altar - Sunn O))) (Southern Lord)


Sunn O))) - & Boris - Altar
drone / metal / doom

Voto:
Voto utenti (233):

Etichetta: Southern Lord
Produzione:
Anno: 2006

Scheda autore: Sunn O)))


Compra Sunn O))) su Taxi Driver Store


Stephen O'Malley e Greg Anderson sanno bene come attirare l'attenzione verso un nuovo disco dei Sunn O))): ospiti, nuovo tema ideologico e un gran senso di mistero.

Altar viene dopo il male espresso in musica, ovvero Black One, da cui ci saremmo aspettati un immediato seguito. Invece, con grande sorpresa, troviamo i due re del drone dividere la composizione con i giapponesi Boris e il consueto, gradito, piatto ricco di ospiti. Partendo proprio dalle apparizioni segnaliamo il redivivo Kim Thayl dei Soundgarden nell'ultimo brano "Blood Swamp" e nella compilazione delle liner notes dell'album.

Album che appare in svariate versioni, tra cui triplo LP e doppio CD, limitatissime ma golosissime.

Altar si distingue dal precedente per un diverso approccio "compositivo": vengono abbandonati gli influssi metallari, viene accentuata la componente ambient sognante e c'Ŕ pure qualche timido tentativo di vero e proprio songwriting.

L'apertura di "Etna" sembra il "trait d'union" tra il vecchio e il nuovo, con i Sunn O))) intenti con i consueti drone e i Boris impegnati a traghettarli in nuovi scenari. Colpisce quindi l'uso convulso della batteria, agli antipodi rispetto allo standard del genere dettato dal maestro Dale Crover. Qui Atsuo colpisce la batteria con colpi velocissimi crendo un contrasto notevole con l'assoluta immobilititÓ delle chitarre.

Al termine del rito di purificazione la band si lancia in un doom/noise impazzito riprendendo idee dei Melvins di 15 anni fa (periodo Joe Preston).

"N.L.T." Ŕ uno sfuggente drone martellante dagli accenti robotici. Il brano lascia presagire un'apertura a lidi pi¨ "positivi" e quasi bucolici. Impressione che trova conferma nella successiva "The Sinking Belle", cantata da Jesse Sikes.

Il brano in questione mostra la maturitÓ di SOMA e The Duke (i due pseudonimi dei maestri di cerimonie): essi dimostrano di non essere solo dei "drone makers" ma degli arditi sperimentatori di suoni che non si lasciano intimidire da sfide sempre nuove.

"The Sinking Belle" Ŕ un brano di post-folk liquido, memore della lezione dilatata di Neil Young (o per rimanere nel recente, degli ultimi Earth): una dolce ninna-nanna di 7 minuti. E pensare che nello scorso disco la voce era lasciata a gente come Malefic e si parlava della band come "Ambient BlackMetal".

"Akuma No Kuma" vede ospite Joe Preston e riporta in auge la tradizione Melvins di chitarre vibranti, batteria impazzita e suoni alieni con finale epico in crescendo.

ci troviamo giÓ verso la fine dell'album, e ci rendiamo conto facilmente come il progetto suoni molto pi¨ fluido rispetto ad un tempo. Gli ultimi due brani sono "Fried Eagle Mind", memore delle atmosfere dei Sigur R˛s, e "Blood Swamp" tour de force finale sospeso tra drone bassissimi e alte frequenze a triturare il cervello.

In conclusione troviamo ben riuscita la collaborazione fra questi pesi massimi della musica sperimentale, soprattutto in luce di una costante vena sperimentale che ha portato i Sunn O))) a passare dal Black Metal al folk/country! I Boris si dimostrano efficaci nell'assecondare il duo arricchendone lo spettro sonoro.

"Altar" dimostra, semmai ce ne fosse bisogno, che l'ambient/drone non Ŕ una pagliacciata nŔ una sterile dimostrazione di potenza degli amplificatori sulle basse frequenze ma un modo diverso di fare musica che stimola nell'ascoltatore un differente approccio al normale concetto di ascolto. E se l'aver abiurato il metal porterÓ ad una crescita di interesse verso la band, le orecchie del pubblico non potranno che beneficiarne.

Se "Altar" vi sembrerÓ solo rumore vuol dire che avete sbagliato tutto. Riprovate: questo non Ŕ un disco come tutti gli altri...

[Dale P.]

Drone significativi: The Sinking Belle, Etna.


Vota Questo Disco:

Questa recensione Ú stata letta 4823 volte!


Altre Recensioni

Sunn O))) - 00 VoidSunn O)))
00 Void
Sunn O))) - Black OneSunn O)))
Black One
Sunn O))) - Flight Of The BehemotSunn O)))
Flight Of The Behemot
Sunn O))) - White 1Sunn O)))
White 1
Sunn O))) - White 2Sunn O)))
White 2

Live Reports

24/02/2006LegnanoJail
15/04/2011TilburgRoadburn Festival 2011 Day 2
29/09/2011TorinoCarceri

NEWS


23/08/2014 Teaser della Collaborazione con Scott Walker
03/02/2012 Date In Europa
13/07/2011 Tre Date Italiane A Settembre
18/11/2010 Annunciano i Primi Nomi del Roadburn
17/08/2010 Cureranno il Roadburn Festival 2011
14/07/2010 Concerto Con Boris, Ian Astbury, Jessy Sykes
01/08/2009 Colonna Sonora di uno Spot
14/02/2009 Dettagli su "Monoliths & Dimensions"
12/08/2006 Dettagli sulla Collaborazione con i Boris
30/03/2006 Con Boris e Kim Thayil

tAXI dRIVER consiglia

Sunn O))) - White 2Sunn O)))
White 2
Earth - Earth 2Earth
Earth 2
Khanate - Capture & ReleaseKhanate
Capture & Release
ASVA - What You DonASVA
What You Don't Know Is Frontier
Sunn O))) - Black OneSunn O)))
Black One
Sunn O))) - & Boris - AltarSunn O)))
& Boris - Altar
Sunn O))) - 00 VoidSunn O)))
00 Void
Sunn O))) - Flight Of The BehemotSunn O)))
Flight Of The Behemot
Khlyst - Chaos Is My NameKhlyst
Chaos Is My Name