Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

We Are Not All Civilians - Tiny Elvis (Golf)

Ultime recensioni

Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today

Tiny Elvis - We Are Not All Civilians
Voto:
Etichetta: Golf
Anno: 2004
Produzione:
Genere: punk / rock /
Scheda autore: Tiny Elvis



Penso che la differenza fra il punk anni 80 e quello uscito negli ultimi dieci anni, oltre che per le motivazione ideologico/musicali, siano nella produzione dei dischi. Quando compri un album di hardcore americano compri il gruppo che ti suona in cameretta con tutti i pregi e i difetti. Provate ad immaginare cosa potrebbero combinare i Black Flag nella vostra camera?? Le produzioni degli ultimi dieci anni sono tutte pulitine e precisine e fanno perdere ai gruppi il 90% dell'irruenza e della spontaneità. Non sfuggono a questo problema i Tiny Elvis che inseriscono tra le influenze Poison Idea, Germs e Black Flag, Nirvana e Deftones. Probabilmente con una produzione più grezza si sentirebbero queste influenze. Così si sente solo che il cantante è fastidiosissimo (modello Sum41 arrabbiato) e che il chitarrista è un metallaro troppo scarso tecnicamente per suonare il suo genere preferito. Ma l'impatto ci sarebbe e così alcune idee. Ma non basta per sollevarli fra i milioni di gruppi uguali a loro.

[Dale P.]

Questa recensione é stata letta 2156 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Distillers, The - Sing Sing Death HouseDistillers, The
Sing Sing Death House
Clash - London CallingClash
London Calling
Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Donnas - Turn 21Donnas
Turn 21
Stooges, The - Raw PowerStooges, The
Raw Power
Be Your Own Pet - Be Your Own PetBe Your Own Pet
Be Your Own Pet
AA.VV. - Wynona Sampler 2003AA.VV.
Wynona Sampler 2003
Distillers, The - The DistillersDistillers, The
The Distillers
Deadwalk, The - Super Boring MusicDeadwalk, The
Super Boring Music
Otoboke Beaver - Itekoma HitsOtoboke Beaver
Itekoma Hits