´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Violet Cold - Empire Of Love (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut

Violet Cold - Empire Of Love
Autore: Violet Cold
Titolo: Empire Of Love
Anno: 2021
Produzione: Emin Guliyev
Genere: metal / black metal / blackgaze

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Empire Of Love





Probabilmente i black metallari duri e puri ignoreranno questo disco, che fin dalla copertina non Ŕ fatta per attrarre simpatie. E forse proprio per questo racchiude l'essenza ribelle del black metal: la bandiera dell'Azerbaijan con sfondo l'arcobaleno simbolo dei diritti LGBTQ. Cosa c'Ŕ di pi¨ lontano dall'estetica nordica e nazi della media dei gruppi del genere?

Infatti anche musicalmente siamo lontani dai Darkthrone. Il sound sviluppato da Emin Guliyev attraverso un non precisato sistema di generazione di musica tramite intelligenza artificiale Ŕ vicino al black-gaze e non disdegna parti prese dal folklore locale ed elettronica black moderna.

"Empire Of Love", oltre a trattare temi "ribelli" e terreni (lavoro, diritti, sessualitÓ) trasporta l'ascoltatore in uno strana dimensione ibrida in cui il black metal Ŕ una musica di speranza e di fiducia. Al di lÓ della stranezza che accompagna l'ascolto del disco ci troviamo di fronte a idee che funzionano in modo fluido e mai forzato. Emin Guliyev Ŕ un piccolo genio, che probabilmente non riceverÓ mai l'attenzione che si merita ma che non Ŕ tanto lontano da un altro personaggio fuori dai canoni come Hunter Hunt-Hendrix.

Ah, Ŕ pure scaricabile gratuitamente da bandcamp.

[Dale P.]

Canzoni significative: Pride, We Met During The Revolution.


Questa recensione Ú stata letta 326 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Menace Ruine - Union Of IrreconcilablesMenace Ruine
Union Of Irreconcilables
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
Mizmor - YodhMizmor
Yodh
Devil Master - Satan Spits on Children of LightDevil Master
Satan Spits on Children of Light
Mgla - Age Of ExcuseMgla
Age Of Excuse
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
BrÝi - Sem PropˇsitoBrÝi
Sem Propˇsito
Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus