Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Wo Fat - The Singularity (Ripple Music)

Ultime recensioni

London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice

Wo Fat - The Singularity
Autore: Wo Fat
Titolo: The Singularity
Etichetta: Ripple Music
Anno: 2022
Produzione:
Genere: rock / stoner / hard rock

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta The Singularity





I Texani Wo Fat si fecero notare nell'immediato post-big bang stoner dei primi anni 2000. Difficile trovare un disco meno che buono in una discografia ricca pubblicata dalle più blasonate etichette specializzate come Nasoni, Small Stone e Ripple. Chi li conosce porta nel cuore "The Gathering Dark", "Psychedelonaut", "Noche Del Chupacabra", "The Black Code", "The Conjuring" dischi che ogni amante dell'heavy rock psichedelico dovrebbe avere in collezione.

A ben sei anni di distanza dal precedente "Midnight Cometh" tornano e lo fanno per non lasciare prigionieri candidandosi tra gli album dell'anno fra le uscite di genere. Genere che, onestamente, ha perso parecchio dello smalto iniziale ed è anche per questo che è bello riascoltare Wo Fat. In un certo senso sono tornati per rimettere le cose a posto: riffoni super fuzzati, energia a palate, pennatone heavy, assolazzi e quella sana arroganza che gli permette di scrivere brani che minimo durano 7 minuti e 40 e al massimo 16 e 30. C'è tanta ciccia e tanto godimento: si sente il calore del sud degli States, la birra, il whisky, i peyote e le macchine lanciate a tutta velocità nel deserto. In una parola: goduria. Ciliegina sulla torta: il concept generale dei testi è vagamente fantascientifico.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Unraveling, Orphans Of The Singe.


Questa recensione é stata letta 153 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Chè - Sounds Of LiberationChè
Sounds Of Liberation
Vortice Cremisi - PromoVortice Cremisi
Promo
Alix - GroundAlix
Ground
Dead Meadow - Dead MeadowDead Meadow
Dead Meadow
Wo Fat - The SingularityWo Fat
The Singularity
Naam - NaamNaam
Naam
Motorpsycho - BarracudaMotorpsycho
Barracuda
Danava - Hemisphere Of ShadowsDanava
Hemisphere Of Shadows
Clutch - Strange Cousins From The WestClutch
Strange Cousins From The West
Comet Control - Inside The SunComet Control
Inside The Sun