Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Celestial Lineage - Wolves In The Throne Room (Southern Lord)

Ultime recensioni

Hildur Guðnadóttir - Battlefield 2042 SoundtrackHildur Guðnadóttir
Battlefield 2042 Soundtrack
Chubby And The Gang - The MuttChubby And The Gang
The Mutt's Nuts
Amyl And The Sniffers - Comfort To MeAmyl And The Sniffers
Comfort To Me
Low - Hey WhatLow
Hey What
Hooded Menace - The Tritonus BellHooded Menace
The Tritonus Bell
Tropical Fuck Storm - Deep StatesTropical Fuck Storm
Deep States
Halsey - If I Can’t Have Love, I Want PowerHalsey
If I Can’t Have Love, I Want Power
Comet Control - Inside The SunComet Control
Inside The Sun
Dana Dentata - PantychristDana Dentata
Pantychrist
Turnstile - Glow OnTurnstile
Glow On
Jadsa - Olho de VidroJadsa
Olho de Vidro
Wolves In The Throne Room - Primordial ArcanaWolves In The Throne Room
Primordial Arcana
Part Chimp - DroolPart Chimp
Drool
Quicksand - Distant PopulationsQuicksand
Distant Populations
Old Nick - A New Generation Of Vampiric ConspiraciesOld Nick
A New Generation Of Vampiric Conspiracies
King Woman - Celestial BluesKing Woman
Celestial Blues
Lingua Ignota - Sinner Get ReadyLingua Ignota
Sinner Get Ready
Kabbalah - The OmenKabbalah
The Omen
Ison - AuroraIson
Aurora
Altin Gun - YolAltin Gun
Yol

Wolves In The Throne Room - Celestial Lineage
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Southern Lord
Anno: 2011
Produzione: Randall Dunn
Genere: metal / black metal / psych
Scheda autore: Wolves In The Throne Room


Compra Wolves In The Throne Room su Taxi Driver Store


Il ritorno dei lupi americani costituisce non solo il terzo e conclusivo capitolo di una trilogia iniziata con quel Two Hunters che gia' nel 2007 mise in luce le enormi potenzialita' dei una band alla quale l'etichetta di gruppo black metal stava gia' troppo stretta. Ma e' forse la chiusura del cerchio di un'intero percorso di ricerca, probabilmente non solo musicale.

In questo senso Celestial Lineage va ben oltre quella che sarebbe stata una prevedibile sintesi tra i lavori precedenti. L'epica maestosita' di Two Hunters e l' oscura intransigenza di Black Cascades, sebbene facilmente individuabili nei solchi di questo ultimo lavoro, vengono ora elevate verso una forma piu' spirituale ed inafferrabile.

Stavolta la rinnovata collaborazione con la cantante Jessica kenney va ben al di la' di una semplice ospitata ed il fatto che gli stessi fratelli Weaver, in molte interviste predenti l'uscita dell'album abbiano chiamato in causa addirittura i Popol Vuh non appare, alla luce dei fatti una citazione poi cosi' azzardata.

Mette una certa soggezione dirlo, ma l'inizio di Thuja Magus Imperium ricorda quasi certa new age. E sia chiaro, non lo dico come nota critica. La bravura dei WITTR sta proprio nell'essere riusciti a rielaborare il suono maturato nei precedenti album mettendolo sotto la luce di influenze tanto coraggiose quanto, ad ascoltare le 7 tracce di questo lavoro, a loro naturali e per niente fuori luogo. In Celestial Lineage tutto scorre. A volte cosi' tanto da sfuggire ai primi ascolti distratti, ma tuttavia appare bilanciato e concepito in maniera matura ed estremamente personale.

La novita' che forse salta piu' facilmente alle orecchie e' il massiccio uso delle tastiere, prima mai cosi' imponente e radicato nel sound della band, tanto che in alcuni passaggi si avverte quasi lo spettro dei primi Emperor. Ma non finisce qui. Addirittura gli stessi intermezzi, quasi vicini all' ambient, Permanent changes in Conscousness e Rainbow Illness, riescono a splendere di luce propria. Mentre la conclusiva Prayer of Transformation, in bilico tra le crepuscolari atmosfere della band e certe sonorita' post, e' semplicemenete da applausi.

Di Celestial Lineage potremmo dire che sia il classico album della maturita', ma al contempo presenta una tale ricchezza di spunti e stimoli da potersi affermare quasi come l'inizio di un nuovo corso per i WITTR. Speriamo sia cosi'. La strada e' davvero quella giusta!

[Cristiano Perin]

Canzoni significative: Thuja magus imperium, Woodland Cathedral, Prayer of Transformation

Questa recensione é stata letta 2351 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Wolves In The Throne Room - CelestiteWolves In The Throne Room
Celestite
Wolves In The Throne Room - Primordial ArcanaWolves In The Throne Room
Primordial Arcana

NEWS


03/09/2011 Seconda Preview
09/08/2011 Nuovo Brano Online
25/07/2011 La Copertina di Celestial Lineage
13/07/2011 In Fase di Mixaggio

tAXI dRIVER consiglia

Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
White Ward - Love Exchange FailureWhite Ward
Love Exchange Failure
Frostmoon Eclipse - Death Is ComingFrostmoon Eclipse
Death Is Coming
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Wolves In The Throne Room - Celestial LineageWolves In The Throne Room
Celestial Lineage
Liturgy - AesthethicaLiturgy
Aesthethica
Liturgy - H.A.Q.Q.Liturgy
H.A.Q.Q.
Werian - AnimistWerian
Animist
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal