Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

End, The - Elementary (Relapse)

Ultime recensioni

Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues
Thou - UmbilicalThou
Umbilical
Porcelain - PorcelainPorcelain
Porcelain
Eye - Dark LightEye
Dark Light
Bala - BestaBala
Besta
Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty

End, The - Elementary
Autore: End, The
Titolo: Elementary
Etichetta: Relapse
Anno: 2007
Produzione:
Genere: metal / progressive / post-hardcore

Voto:

MP3: Animal


C' stata una fase in cui il metal era risorto dalle ceneri del grunge e dell'hardcore e aveva mostrato al mondo intero che NON era una musica per bambini deficienti; gente che, ad un certo punto, aveva trovato l'alchimia giusta per rinnovare un genere troppo a lungo si era trovato impettito ed accartocciato su se stesso, riciclando sempre le solite menate. Il dado era stato tratto pi o meno cinque o sei anni fa, ma si sa certi cicli sono destinati a ripetersi e un disco come quello dei The End ti fa comprendere in pieno il perch.

Non che sia suonato e scritto male, anzi. Ci sono canzoni formalmente perfette e sulle quali si sente che stato speso molto tempo, aborti generati da cadaveri del Nu e del Metalcore pi di facciata, a dire il vero un po' pacchiani ('The Never Aftermath', ...ma un po' il mood dell'intero disco), e da buone intuizioni post-hc ('Animal'), frullate in una produzione impeccabile, che ha lavorato tanto di cesello quanto di psicologia spiccia per capire cosa dare in pasto all'ascoltatore avvezzo a questo tipo di cose; c' anche il momento rumorista ('A Fell Wind') e il flirt con i Tool ('In Distress'), ma non che la situazione cambi pi di tanto. come sentire un improbabile esperimento degli esordi che giocano a fare i Meshuggah della situazione, con malcelata attitudine hardcore. Da queste parti, che siamo tanto diffidenti, non va proprio gi che Relapse si permetta simili cadute di stile. Soprattutto quando colpa di una band che aveva fatto parlare bene di se in passato. Ora avete capito il perch?

[Mirko Quaglio]

Canzoni significative: Animal.


Questa recensione stata letta 3997 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

End, The - Transfer Trachea Reverberations From PointEnd, The
Transfer Trachea Reverberations From Point
End, The - Within DividiaEnd, The
Within Dividia

NEWS


02/11/2006 Nuovo Album A Febbraio

tAXI dRIVER consiglia

Into The Moat - The DesignInto The Moat
The Design
Buried Inside - ChronoclastBuried Inside
Chronoclast
Dysrhythmia - Terminal TresholdDysrhythmia
Terminal Treshold
Ephel Duath - The Painters PaletteEphel Duath
The Painters Palette
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Sadist - TribeSadist
Tribe
Behold...The Arctopus - Nano-Nucleonic Cyborg SummoningBehold...The Arctopus
Nano-Nucleonic Cyborg Summoning
Sadist - SadistSadist
Sadist
Fredrik ThordendalFredrik Thordendal's Special Defects
Sol Niger Within