´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Gnod - Spot Land (Rocket Recordings)

Ultime recensioni

Sonic Universe - It Is What It IsSonic Universe
It Is What It Is
Orange Goblin - Science Not FictionOrange Goblin
Science Not Fiction
Crypt Sermon - The Stygian RoseCrypt Sermon
The Stygian Rose
Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will

Gnod - Spot Land
Autore: Gnod
Titolo: Spot Land
Etichetta: Rocket Recordings
Anno: 2024
Produzione: Paddy Shine
Genere: rock / psych /

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Spot Land





Paddy Shine Ŕ un inguaribile irrequieto. Da quando pi¨ di quindici anni fa ha iniziato a pubblicare dischi con gli Gnod ha trovato un modo per esternare la sua curiositÓ musicale sotto forma di suoni psichedelici. La continua rotazione di musicisti non ha fermato la sua capacitÓ di pubblicare pi¨ o meno un disco all'anno anche sotto mentite spoglie (Black Gnod, Gnod R&D, Temple Ov BBV). Di recente ha scoperto la musica irlandese assieme a Phil Langero e con il nome Moundabout ha pubblicato due ipnotici dischi per Rocket Recordings. Il nuovo "Spot Land" si avvicina pi¨ a quei suoni che a quelli dell'ultimo "Hexen Valley", risultando come una parentesi soft in un catalogo da esplosioni del cervello. Dilatazioni codeiniche devote a Earth, Morricone, Neil Young, Sun City Girls, Greateful Dead o come se i Khruangbin suonassero ad un terzo della velocitÓ.

"Spot Land" ha il suono di un interludio all'interno di una discografia nervosa e rumorosa, un disco fatto di silenzi e chitarre, che va visto come raccordo tra un album e l'altro. Non certo come punto di partenza per esplorare il sofisticato mondo Gnod.

[Dale P.]

Canzoni significative: Pilgrim's Progress, Peace At Home.

Questa recensione Ú stata letta 78 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Gnod - Hexen ValleyGnod
Hexen Valley

Live Reports

13/04/2012TilburgRoadburn 2012 Day 2

tAXI dRIVER consiglia

Tess Parks - Blood HotTess Parks
Blood Hot
Altin Gun - GeceAltin Gun
Gece
Morkobot - MortoMorkobot
Morto
 Soundtrack Of Our Lives
Behind The Music
Slift - IlionSlift
Ilion
White Hills - HP-1White Hills
HP-1
Motorpsycho - LobotomizerMotorpsycho
Lobotomizer
Sabbath Assembly - Restored To OneSabbath Assembly
Restored To One
Altin Gun - YolAltin Gun
Yol
Motorpsycho - Kingdom Of OblivionMotorpsycho
Kingdom Of Oblivion