´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Gnod - Hexen Valley (Rocket Recordings)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Gnod - Hexen Valley
Autore: Gnod
Titolo: Hexen Valley
Etichetta: Rocket Recordings
Anno: 2022
Produzione: Sam Greenwood
Genere: rock / noise / psych

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Hexen Valley





L'appuntamento annuale con gli inglesi Gnod si chiama "Hexen Valley", che segue di qualche mese l'ottimo "La Mort Du Sens". Il disco Ŕ nato quando Paddy Shine si Ŕ trasferito a Hebden Bridge in una casa cooperativa vecchia 200 anni. Con formazione rimaneggiata e aperta ha iniziato a jammare e a farsi ispirare dal luogo, sia dal punto di vista lirico che musicale. Ne Ŕ venuto fuori un altro splendido tassello della storia della band che non ha mai sbagliato un colpo fino ad oggi. Ci sono brani che sono lunghe jam noise alla Sonic Youth ("Spotlight"), canzoni orecchiabili ma potenti ("Bad Apple" e "Still Runnin'"), psichedelia e stranezze assortite.

Non so per quale motivo i Gnod siano una band poco nota a qualunque latitudine. SarÓ la loro natura sfuggente e poco incline alla promozione ma c'Ŕ da dire che la loro integritÓ musicale e morale li rende uno dei monumenti sonori di questi anni. Se non li conoscete iniziate pure ad amarli da questo disco e andate pian piano a ritroso.

[Dale P.]

Canzoni significative: Still Runnin, Spotlight.


Questa recensione Ú stata letta 435 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Gnod - Spot LandGnod
Spot Land

Live Reports

13/04/2012TilburgRoadburn 2012 Day 2

tAXI dRIVER consiglia

Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Cherubs - Immaculada HighCherubs
Immaculada High
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Uncode Duello - Uncode DuelloUncode Duello
Uncode Duello
Tropical Fuck Storm - BraindropsTropical Fuck Storm
Braindrops
Sonic Youth - Murray StreetSonic Youth
Murray Street
Oneida - Happy New YearOneida
Happy New Year
Dead Elephant - Lowest Shared DescentDead Elephant
Lowest Shared Descent
Spleen - Nun Lover!Spleen
Nun Lover!
Melvins - A Senile AnimalMelvins
A Senile Animal