´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Les Voyages De L'Ame - Alcest (Prophecy)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Alcest - Les Voyages De L'Ame
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2012
Produzione:
Genere: metal / post-metal / post-rock
Scheda autore: Alcest



Alcest e' la band di Neige, attiva dal 1999 e che, dopo gli esordi tipicamente Black Metal, ha forgiato il "classico" Post-Black Metal sound coniugando feroci assalti sonori, atmosfere romantiche e depresse e chitarre che partendo post-rock alla Mogwai richiamano lo shoegaze di fine anni 80.

Musica che racchiude in se' ossimori sulla carta difficilmente conciliabili ma che negli anni si e' via via codificato generando sia entusiasmi che sbadigli.

La materia "post" e' da sempre difficilmente malleabile, perche' non bastano delay a mandolino per fare "emozione" ma occorre una decisa volonta' a non standardizzarsi sulla semplice resa del saliscendi emotivo. Un cul-de-sac in cui cadono tutti gli esponenti del genere che decidono di standardizzarsi in un suono che spesso sollazza piu' il suonatore che l'ascoltatore.

Questo "Les Voyages De L'Ame", che ha diviso equamente la critica, indica quanto non e' mai facile lasciarsi andare in landscape carichi di elettricita' senza generare discussione. Accadde anche nel post-metal quando gli Isis si incagliarono nel modesto "In Absence Of Truth" e gettando la pietra tombale del genere e di conseguenza i confini da non superare. Ma gia' anni addietro band come Novembre e Klimt1918 fecero capire che non si poteva andare tanto al di la'.

"Les Voyages De L'Ame" e' un buon disco che ha il difetto di parlare sia a black metallari oltranzisti che ai fan del classic rock, complice anche la migliore produzione sonora in un disco degli Alcest. Poche urla, poche scariche di violenza, zero riff. La ricetta puo' essere indigesta come appetitosa, tipico dei dischi "di genere".

[Dale P.]

Canzoni significative: Autre Temps, Beings Of Light.

Questa recensione Ú stata letta 1884 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


06/01/2012 Nuovo Album In Streaming

tAXI dRIVER consiglia

Burnt By The Sun - Heart Of DarknessBurnt By The Sun
Heart Of Darkness
Pelican - Pelican EPPelican
Pelican EP
Rosetta - A Determinism Of MoralityRosetta
A Determinism Of Morality
Jesu - JesuJesu
Jesu
Vanessa Van Basten - Psygnosis EPVanessa Van Basten
Psygnosis EP
Pelican - The Fire In Our Throats Wil Beckon The ThawPelican
The Fire In Our Throats Wil Beckon The Thaw
A Storm Of Light - As The Valley Of DeathA Storm Of Light
As The Valley Of Death
Solstafir - Svartir SandarSolstafir
Svartir Sandar
Burst - Lazarus BirdBurst
Lazarus Bird
Neurosis - A Sun That Never SetsNeurosis
A Sun That Never Sets