´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk alternative indie stoner experimental drone elettronica grunge

A Day Of Nights - Battle Of Mice (Neurot)


Battle Of Mice - A Day Of Nights
metal / post-metal / postrock

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Voto utenti (244):

Etichetta: Neurot
Produzione:
Anno: 2006

Scheda autore: Battle Of Mice

MP3: Sleep And Dream
The Lamb And The Labrador


Sono mesi che ho un solo pensiero per la testa. Ovvero che i Battle Of Mice siano la band pi¨ importante di questo 2006. Un anno che ha mostrato i difetti del genere pi¨ "avanti" di questi ultimi anni: ammorbidendosi come non ci saremmo mai aspettati, ma soprattutto perdendo in un colpo la maggior parte delle idee evoluzionistiche.

Inutile ripetere i nomi (troppi) che hanno lasciato l'amaro in bocca, oltre ad aver rinchiuso la deriva psichedelica del postcore in un cul de sac senza ritorno.

Qualche mese fa, quando ascoltai i brani contenuti in Triad, la mia mente curiosa esplose in una eccitazione senza limiti. Questi ragazzi avevano capito come superare lo scoglio del non ritorno.

Spesso, chi "studia" i dischi si dimentica che, in realtÓ, le band nascono per caso, spesso semplicemente per "suonare assieme". E deve essere quello che Ŕ successo fra Julie Christmas (Made Out Of Babies) e Josh Graham (Red Sparowes), all'epoca nel pieno idillio della loro relazione.

Accompagnati da Tony Maimone (Pere Ubu) e Joel Hamilton (Book of Knots) i due, con animi musicali completamente opposti pur appartenenti alla stessa razza, concepiscono quello che Ŕ un malato mix di noise, doom e psichedelia. Inevitabile che non durasse, Julie e Josh hanno terminato le registrazioni a giorni alterni, pur di non vedersi.

A Day of Nights suona come un viaggio all'interno della psiche. Librandosi fra amore, odio, rabbia, disperazione non accenna un secondo di concessione. Non parliamo del solito frullatore impazzito ma di un lento avanzare, di un pachiderma psicopatico che avanza inesorabile verso la propria preda. Parlando in termini musicali possiamo accostare i Battle Of Mice ai soliti Neurosis, Swans, Melvins con le inevitabili punte di Mogwai. In termini matematici potremmo fare la somma Made Out Of Babies pi¨ Red Sparowes.

In realtÓ la band ha il carisma per evitare paragoni, suonando essenzialmente come solo i Battle Of Mice potrebbero fare.

Per tanti, troppi motivi, racchiusi in 45 minuti (ma di cui potremmo parlare per ore) questo Ŕ IL disco dell'anno.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Vota Questo Disco:

Questa recensione Ú stata letta 6240 volte!


Altre Recensioni

Battle Of Mice - / Jesu - SplitBattle Of Mice
/ Jesu - Split

tAXI dRIVER consiglia

Neurosis - The Eye Of Every StormNeurosis
The Eye Of Every Storm
Callisto - True Nature UnfoldCallisto
True Nature Unfold
5ive - Hesperus5ive
Hesperus
Neurosis - A Sun That Never SetsNeurosis
A Sun That Never Sets
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia
AA.VV. - Stones From The Sky Neurosound Vol.1AA.VV.
Stones From The Sky Neurosound Vol.1
Pelican - Pelican EPPelican
Pelican EP
Pelican - The Fire In Our Throats Wil Beckon The ThawPelican
The Fire In Our Throats Wil Beckon The Thaw
Keelhaul - Subject to Change Without NoticeKeelhaul
Subject to Change Without Notice
Ocean, The - PrecambrianOcean, The
Precambrian