Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Beck - Sea Change (Geffen)

Ultime recensioni

Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising

Beck - Sea Change
Autore: Beck
Titolo: Sea Change
Anno: 2002
Produzione:
Genere: indie / pop /

Voto:



Che Beck sia un tipo strano non lo scopriamo oggi. Gi nell'esordio (l'imprescindibile Mellow Gold, che poi vero e proprio esordio non era) furono tutti colpiti dalle stranezze di questo ragazzo uscito dal nulla. Ben presto divent simbolo della generazione slackers, ben pi di Kurt Cobain. Nel giro di 10 anni Beck ormai una certezza. Spiace quindi veder passare praticamente sotto silenzio un album di una bellezza sconfinata. Che non sia il Beck che ti aspetti vuol dire che tutto normale (se fosse prevedibile non sarebbe neanche un genio!), ma "Sea Change" stato cos maltrattato dalla critica che ci viene spontaneo chiedere perch? "Sea Change" un album delicato, molto orecchiabile, ben suonato, ben arrangiato e ben prodotto ma non mainstream: la sofferenza e la tristezza ricoprono ogni millisecondo di questo album. Gli arrangiamenti sono eleganti e sofisticati ma allo stesso tempo semplicissimi, mai ridondanti e ricordano, in certe atmosfere, i Radiohead di "Exit Music". E proprio da l parte Beck per ricreare altri 12 piccoli capolavori di melodia e atmosfera. Se siete gi coi fucili puntati a dire: "Si, ma Beck non Tom Yorke" vi rispondo che, s, vabb, non lo , ma sicuramente resterete stupiti dalla voce profonda e intensa del nostro genio. Indiscutibilmente un capolavoro, certamente pi spiazzante di qualsiasi altra produzione dell'artista.

[Dale P.]

Canzoni significative: Lost Cause, The Golden Age

Questa recensione stata letta 3385 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Beck - The InformationBeck
The Information

Live Reports

23/06/2005GenovaAnteprima Goa Boa

tAXI dRIVER consiglia

Saeta - We Are Waiting All For HopeSaeta
We Are Waiting All For Hope
Devendra Banhart - Rejoicing In The HandsDevendra Banhart
Rejoicing In The Hands
New Pornographers, The - Mass RomanticNew Pornographers, The
Mass Romantic
Xiu Xiu - La ForetXiu Xiu
La Foret
John Frusciante - To Record Only Water For Ten DaysJohn Frusciante
To Record Only Water For Ten Days
Vincent Gallo - WhenVincent Gallo
When
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Jason Collett - Motor Motel Love SongsJason Collett
Motor Motel Love Songs
Moldy Peaches, The - The Moldy PeachesMoldy Peaches, The
The Moldy Peaches
Elliott Smith - Figure 8Elliott Smith
Figure 8