Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Holy Moly! - Blues Pills (Nuclear Blast)

Ultime recensioni

Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
OnsÚgen Ensemble - FearOnsÚgen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion

Blues Pills - Holy Moly!
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2020
Produzione: Blues Pills
Genere: rock / hard rock / soul
Scheda autore: Blues Pills



4 anni, un disco live e l'avvicendamento del bassista Zach Anderson alla chitarra al posto di Dorian Sorraux, l'anima folk blues del gruppo, separano "Lady In Gold" da "Holy Moly!". Inevitabilmente troviamo una band cambiata, maggiormente incline ad allargare il proprio pubblico. Intanto al mixaggio troviamo Andrew Scheps, uno che ha lavorato con Michael Jackson, Audioslave, Red Hot Chili Peppers, Limp Bizkit e mille altri. Una scelta pi¨ da major che da "indie". I singoli che hanno anticipato il disco mostrano una band che vuole provare a fare il salto mostrandosi energica, sensuale e ammiccante. Insomma tutto quello che serve per far arrabbiare i vecchi "stoner" fan che scoprirono la band come side project dei Radio Moscow.

I vecchi fan saranno brontoloni ma hanno anche ragione. Il disco si divide in due modalitÓ di canzoni: i rock graffianti e le ballad soul/pop. I pezzi rock graffianti non sono male (e infatti sono piazzati all'inizio), la band Ŕ nel suo ambiente naturale e la cantante Elin Larsson Ŕ a suo agio nel mimare Janis Joplin e Grace Slick con grande carisma, aggiungendo buone dosi di soul. Peccato che le ballad siano completamente fuori luogo, pi¨ adatte ad un disco di Adele e ad un pubblico con la lacrima facile che ad hard-rockers. Temo che questa svolta "pop" non garantirÓ vendite superiori, ma sar˛ felice di essere smentito. Se amate il soul-rock potreste trovarlo piacevole ma in giro c'Ŕ di meglio. Una discreta delusione.

[Dale P.]

Canzoni significative: Proud Woman, Low Road.

Questa recensione Ú stata letta 93 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Blue Cheer - Vincebus EruptumBlue Cheer
Vincebus Eruptum
Stew - PeopleStew
People
Blood Ceremony - Living With The AncientsBlood Ceremony
Living With The Ancients
Ojm - Under The ThunderOjm
Under The Thunder
The Want - Greatest Hits Vol 5The Want
Greatest Hits Vol 5
Hellacopters - High VisibilityHellacopters
High Visibility
Graveyard - Hisingen BluesGraveyard
Hisingen Blues
Small Jackets - Play At High LevelSmall Jackets
Play At High Level
Hellacopters - By The Grace Of GodHellacopters
By The Grace Of God
Gluecifer - Basement ApesGluecifer
Basement Apes