Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

The Passage - Boyhitscar (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Boyhitscar - The Passage
Voto:
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / nu-metal /
Scheda autore: Boyhitscar



Dopo 4 anni di silenzio tornano i Boyhitscar. In molti, all'epoca dell'esordio, avrebbero scommesso nel botto. I toni potenti ma gentili della band non colpirono l'immaginario dei kids dell'epoca, distratti dalla violenza sonora, spesso effimera, del nascente nu-metal.

Ora che il genere Ŕ imploso su se stesso, i Boyhitscar confermano il loro status di gruppo con qualcosa da dire e proseguono il loro cammino verso una precisa definizione sonora.

Le influenze medio-orientali si palesano sin dalla breve intro ma non crediate di aver a che fare con una band alla System Of A Down o, peggio, alla Aphex Theory. Pensate piuttosto un improbabile incrocio fra i Tool e i Three Fish (il side-project "etnico" di Jeff Ament dei Pearl Jam).

TribalitÓ diffusa, linee melodiche "esotiche" e la potenza del metal senza, per˛, rientrare pienamente nel genere. Anzi, senza rientrare in nessun genere. Fossero nati negli anni 90 sarebbero stati "alternative", tanto per dire tutto e niente ma solo per consigliarli a chi cerca sonoritÓ non convenzionali.

L'iniziale "Tonight", con la sua sintesi perfetta di tutto quello che abbiamo detto, rimane un episodio inarrivabile ma tutto il disco viaggia su ritmi notevoli, con pochi cali di tono. Certo qualche volta si palesano ricerche melodiche tendenti ad "azzeccare" il singolo ma niente che non facciano band come i Dredg (tanto per ricordare una band che ci piace tanto e che se avesse l'airplay venderebbe milioni di copie)

Soprattutto ai fan dei Dredg consigliamo anche quest'album orientato ad un rock potente, melodico, contaminato e mai scontato.

Come acquistarlo?? Sul sito ufficiale della band, tramite Paypal. Non fatevelo scappare!!

[Dale P.]

Canzoni significative: Tonight, Escape The World.

Questa recensione Ú stata letta 3861 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Boyhitscar - BoyhitscarBoyhitscar
Boyhitscar

tAXI dRIVER consiglia

Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.
Incubus - Enjoy Incubus EPIncubus
Enjoy Incubus EP
Mad Capsule Markets - 1997 - 2004Mad Capsule Markets
1997 - 2004
Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage
Puya - FundamentalPuya
Fundamental
Amen - WeAmen
We've Come For Your Parents
Incubus - Make YourselfIncubus
Make Yourself
Ninefold - MotelNinefold
Motel
Thisgust - ThisgustThisgust
Thisgust
Snot - Strait UpSnot
Strait Up