´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ stoner ] post-metal post-hardcore metal grunge rock alternative

Strange Cousins From The West - Clutch (Weathermaker Music)


Clutch - Strange Cousins From The West
stoner / rock / southern

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Voto utenti (233):

Produzione: J Robbins
Anno: 2009



Compra Clutch su Taxi Driver Store


Non si capisce come mai band rock come Pearl Jam vendano tutt'oggi milioni di copie in tutto il mondo e i Clutch debbano muoversi in tour con il solito furgone scassato con cui hanno iniziato? Sar´┐Ż colpa della megabarba del cantante Neil Fallon? O della panza del chitarrista Tim Sult? Bh´┐Ż se la loro mancanza di stile a livello iconografico li manterr´┐Ż per sempre come una affare per pochi possiamo tranquillamente maledire il destino. Perch´┐Ż chi si ´┐Ż tenuto lontano da questi 5 camionisti del Maryland ha perso una delle migliori rock band di sempre. Riff heavy-blues, sezione ritmica rocciosa e mai banale, groove pazzesco, voce soul sporcati da un'attitudine stoner di rara intensit´┐Ż. Certo, scontentano il nerd in cerca di stranezze ma fanno godere parecchio chi si muove per il piacere di scuotere la testa senza pensare.

Forse la loro evidente "americanit´┐Ż" li ha sempre tenuti lontani dai gusti europei ma ´┐Ż anche vero che Mtv ´┐Ż riuscita a sdoganare generi ben pi´┐Ż yankee. E quando si sente idolatrare uno come Tom Morello che continua a ripetere lo stesso riff da quindici anni (e la cronica mancanza di idee vengono fuori soprattutto da solo, basta ascoltare Nightwatchman) mi viene da lanciare Jam Room, Robot Hive Exodus, Blast Tyrant, Pure Rock Fury, The Elephant Riders nei denti. Di tutti. Dal metallaro che trova godimento in bolse ballad mascherate da thrash metal, al numetallaro passato all'hiphop, a quelli che "ah i Led Zeppelin" all'amante di Aretha Franklyn e al collezionista degli Om. Tutti.

Questo disco, "Strange Cousins From The West" in un mondo giusto servirebbe per far entrare i Clutch nella rock and roll hall of fame o a fargli vincere qualche grammy. Oppure a creare generazioni di epigoni. Invece si ascolta fra pochi eletti, che commentano che "bh´┐Ż questo nuovo andazzo ´┐Ż pi´┐Ż soft ma mi piace lo stesso" e poi dopo aver premuto play se le cantano e se le suonano per ore.

Non sono trendy, ma neanche contro-trandy. Sono solo genuini, come la rock band sotto casa ma senza le cover di Vasco.

I Clutch non si vergognano di scrivere riff orecchiabili e ritornelli a presa rapida. Ci´┐Ż, uniti alla panza e alla barba, gli dona ben poche speranze di vittoria. E, anche per questo, ci piacciono ancora di pi´┐Ż.

[Maso]

Canzoni significative: tutte.

Vota Questo Disco:
Condividi


Questa recensione Ú stata letta 3034 volte!


Altre Recensioni

Clutch - Pitchfork And Lost NeedlesClutch
Pitchfork And Lost Needles

NEWS


19/08/2010 Teaser del Bonus di Robot Hive Exodus
21/07/2010 Ascolta la Cover dei Cream
11/04/2010 Doppio DVD in Arrivo!
18/05/2009 Nuova Musica Online
09/04/2009 Tracklist di "Strange Cousins From The West"
24/03/2009 Ristampa In Arrivo
29/08/2006 In Studio
07/04/2005 Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Atomic Bitchwax - The Local FuzzAtomic Bitchwax
The Local Fuzz
Boris - Akuma No UtaBoris
Akuma No Uta
Rotor - 4Rotor
4
Dozer - Beyond ColossalDozer
Beyond Colossal
Queens Of The Stone Age - Lullabies To ParalyzeQueens Of The Stone Age
Lullabies To Paralyze