´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Old Star - Darkthrone (Peaceville)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Darkthrone - Old Star
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Peaceville
Anno: 2019
Produzione: Darkthrone
Genere: metal / black metal / doom
Scheda autore: Darkthrone



Passano gli anni ma i Darkthrone sono sempre dei ragazzini innamorati dell'heavy metal, meglio se underground. Con questo "Old Star" superano la quindicina di uscite dal 1992, senza aver mai abbassato il livello qualitativo: pure quando un disco sembrava minore, ripreso in mano dopo qualche anno, riprendeva a brillare di luce propria.

"Old Star" Ŕ stato accolto praticamente all'unanimitÓ come un ottimo disco, grazie anche alle influenze "old school" che si porta dentro. La produzione grezza di Nocturno Culto degnamente mixata da Sanford Parker ci fa entrare nel mood senza distrazioni. Le sei canzoni qui contenute sono fra le migliori mai scritte dal duo, appartenenti ad un mondo fatto di ascolti di extreme metal sotto tempeste di neve. Il vecchio doom, quello di scuola 82-86, Venom, Celtic Frost, il metal estremo prima dei Mayhem. I tempi quasi mai serrati, la voce catacombale, i riff semplici ma diretti sono al servizio di brani che vi trasporteranno nella cameretta di Fenriz e Nocturno Culto nel 1987.

Una piccola lezione di storia e un grande disco, adatto sia ai profani che agli ormai anziani ascoltatori.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Hardship Of The Scots, Alp Man.


Questa recensione Ú stata letta 190 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Darkthrone - Too Old Too Cold EPDarkthrone
Too Old Too Cold EP

tAXI dRIVER consiglia

Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Menace Ruine - Union Of IrreconcilablesMenace Ruine
Union Of Irreconcilables
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
Triptykon - Eparistera DaimonesTriptykon
Eparistera Daimones
Werian - AnimistWerian
Animist
Liturgy - AesthethicaLiturgy
Aesthethica