Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Morning View - Incubus (Immortal)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Incubus - Morning View
Voto:
Anno: 2001
Produzione:
Genere: rock / grunge / post-grunge
Scheda autore: Incubus



Se dovessi parlare in termini di sceneggiatura direi che il finale della saga Incubus è così scontato, banale, che sarebbe meglio fare incetta di pop corn e rivedere le vecchie puntate. Peccato, perchè una volta eravamo noi a saltellare scoppiettanti come pop corn. Ora non possiamo che darci alla perdizione divorandone grosse quantità sdraiati sulla poltrona più comoda di casa, quella che concilia il sonno: ottima partner per questo disco.

Speravo in qualcosa di esplosivo come gli episodi precedenti. Oggettivamente le canzoni di M. V. sono ben suonate, e direi che è un bel disco, se non conoscessi gli Incubus. Mi è venuta una gran nostalgia delle schitarrate nevrotiche e violente di S.C.I.E.N.C.E. e dei ritornelli dalla potenza devastante di Make Yourself. Morning View sancisce la retrocessione degli Incubus: il titolo di purosangue tutto pepe, forte del suo caratteraccio, saturo di impeto ed elettricità, è relegato nella vetrina dei ricordi. Pezzi alla vecchia maniera non mancano, se non dell'incisività, dirottata terroristicamente su brani facilotti e soporiferi come "Wish you were here" e "Are you in?", che se su disco sono squallidi, come singoli diventano offensivi. E' come se avessero ricevuto un addestramento spersonalizzante, all'insegna della ruffianeria, comunque teso a soffocare i loro guizzi di ingegno. La personalità è latente, sepolta sotto uno spesso strato di sabbia californiana. Io aspetto che il vento la porti via fino all'ultimo chicco, ma chi resta con me?

[Shizu]

Canzoni Significative: Blood on the ground, Have you ever, Under my umbrella.


Questa recensione é stata letta 4074 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Incubus - A Crow Left Of The MurderIncubus
A Crow Left Of The Murder
Incubus - Enjoy Incubus EPIncubus
Enjoy Incubus EP
Incubus - Light GrenadesIncubus
Light Grenades
Incubus - Make YourselfIncubus
Make Yourself
Incubus - S.C.I.E.N.C.E.Incubus
S.C.I.E.N.C.E.

NEWS


24/11/2006 Data Unica In Italia

tAXI dRIVER consiglia

Godsmack - AwakeGodsmack
Awake
Green River - Come On DownGreen River
Come On Down
Pearl Jam - VsPearl Jam
Vs
Soundgarden - Louder Than LoveSoundgarden
Louder Than Love
Default - The FalloutDefault
The Fallout
Cold - 13 Ways To Bleed On StageCold
13 Ways To Bleed On Stage
Nirvana - NevermindNirvana
Nevermind
Black Label Society - Hangover Music Vol.VIBlack Label Society
Hangover Music Vol.VI
Neil Young - MirrorballNeil Young
Mirrorball
Soundgarden - SuperunknownSoundgarden
Superunknown