Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Macro - Jinjer (Napalm)

Ultime recensioni

En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
L.A.Witch - Play With FireL.A.Witch
Play With Fire
Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_RaŘl RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_RaŘl Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet

Jinjer - Macro
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Napalm
Anno: 2019
Produzione: Max Morton
Genere: metal / progressive / metalcore
Scheda autore: Jinjer



Jinjer sono una band che seguo da distante da parecchi anni. Dagli esordi autoprodotti sono riusciti a strappare un contratto con la grossa Napalm Records e via via a farsi largo nei festival internazionali, luogo dove la band ha la possibilitÓ di farsi notare e conquistare nuovi fan.

Jinjer vengono dall'Ucraina, hanno una bella e talentuosa frontwoman e abilitÓ tecniche piuttosto elevate. Il sound che sviluppano Ŕ un progressive metal con forti influenze groove metal, metalcore, numetal, death metal. All'interno dei brani si possono trovare anche break pi¨ stravaganti (ad esempio l'inserto reggae di "Pit of Consciousness") ma la potenza e l'intensitÓ sono sempre in primo piano.

Come mai pur suonando un genere che negli anni ha generato mostri i Jinjer risultano interessanti? Merito dell'umiltÓ, del duro lavoro che c'Ŕ dietro ad ogni loro mossa e, strano a dirsi in questi contesti, anche all'ottimo gusto della proposta che Ŕ in grado di strabigliare i pi¨ giovani ma convincendo anche i pi¨ smaliziati.

"Macro" non Ŕ un capolavoro ma se volete scommettere su una band che avrÓ un bel futuro sicuramente loro sono un cavallo vincente.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Prophecy, Judgement (& Punishment).


Questa recensione Ú stata letta 165 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Test Switch Isolator - LetTest Switch Isolator
Let's Dance
Yakuza - Of Seismic ConsequenceYakuza
Of Seismic Consequence
Meshuggah - ObzenMeshuggah
Obzen
Mass, The - Perfect Picture Of Wisdom And BoldnessMass, The
Perfect Picture Of Wisdom And Boldness
Sadist - SadistSadist
Sadist
Meshuggah - ChaosphereMeshuggah
Chaosphere
Meshuggah - Contraddiction CollapseMeshuggah
Contraddiction Collapse
Opeth - HeritageOpeth
Heritage
Hull - Beyond The Lightless SkyHull
Beyond The Lightless Sky
Meshuggah - None EPMeshuggah
None EP