´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Jinjer - Macro (Napalm)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

Jinjer - Macro
Autore: Jinjer
Titolo: Macro
Etichetta: Napalm
Anno: 2019
Produzione: Max Morton
Genere: metal / progressive / metalcore

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Jinjer sono una band che seguo da distante da parecchi anni. Dagli esordi autoprodotti sono riusciti a strappare un contratto con la grossa Napalm Records e via via a farsi largo nei festival internazionali, luogo dove la band ha la possibilitÓ di farsi notare e conquistare nuovi fan.

Jinjer vengono dall'Ucraina, hanno una bella e talentuosa frontwoman e abilitÓ tecniche piuttosto elevate. Il sound che sviluppano Ŕ un progressive metal con forti influenze groove metal, metalcore, numetal, death metal. All'interno dei brani si possono trovare anche break pi¨ stravaganti (ad esempio l'inserto reggae di "Pit of Consciousness") ma la potenza e l'intensitÓ sono sempre in primo piano.

Come mai pur suonando un genere che negli anni ha generato mostri i Jinjer risultano interessanti? Merito dell'umiltÓ, del duro lavoro che c'Ŕ dietro ad ogni loro mossa e, strano a dirsi in questi contesti, anche all'ottimo gusto della proposta che Ŕ in grado di strabigliare i pi¨ giovani ma convincendo anche i pi¨ smaliziati.

"Macro" non Ŕ un capolavoro ma se volete scommettere su una band che avrÓ un bel futuro sicuramente loro sono un cavallo vincente.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Prophecy, Judgement (& Punishment).


Questa recensione Ú stata letta 632 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

25/07/2022TolminMetaldays 2022

tAXI dRIVER consiglia

Ephel Duath - The Painters PaletteEphel Duath
The Painters Palette
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Coprofago - Unorthodox Creative CriteriaCoprofago
Unorthodox Creative Criteria
Martyr - Feeding The AbscessMartyr
Feeding The Abscess
Dysrhythmia - PretestDysrhythmia
Pretest
Behold...The Arctopus - Nano-Nucleonic Cyborg SummoningBehold...The Arctopus
Nano-Nucleonic Cyborg Summoning
Intronaut - Null EPIntronaut
Null EP
Hull - Beyond The Lightless SkyHull
Beyond The Lightless Sky
Opeth - HeritageOpeth
Heritage
Sadist - Above The LightSadist
Above The Light