´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Jucifer - If Thine Enemy Hunger (Relapse)

Ultime recensioni

Dead Heat - World At WarDead Heat
World At War
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Full Of Hell - Garden Of Burning ApparitionsFull Of Hell
Garden Of Burning Apparitions
Khemmis - DeceiverKhemmis
Deceiver
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Converge - Bloodmoon IConverge
Bloodmoon I
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Marissa Nadler - The Path Of The CloudsMarissa Nadler
The Path Of The Clouds
Vanishing Twin - Ookii GekkouVanishing Twin
Ookii Gekkou
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Chevelle - NiratiasChevelle
Niratias
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
The Bug - FireThe Bug
Fire
Nala Sinephro - Space 1.8Nala Sinephro
Space 1.8
Monolord - Your Time To ShineMonolord
Your Time To Shine
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim
Jerusalem In My Heart - QalaqJerusalem In My Heart
Qalaq
Limp Bizkit - Still SucksLimp Bizkit
Still Sucks

Jucifer - If Thine Enemy Hunger
Autore: Jucifer
Titolo: If Thine Enemy Hunger
Etichetta: Relapse
Anno: 2006
Produzione: Jucifer
Genere: metal / sludge / alternative

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Compra Jucifer su Taxi Driver Store


Nel mare tempestoso di metal, hardcore, post-tutto, indie e suffissi vari ogni tanto Ŕ un sospiro di sollievo ascoltare una band che suona del puro e semplice "alternative". SarÓ che sono cresciuto con band che facevano del rumore la base di partenza per costruire canzoni e album, ma ogni volta che capita di sentire certi suoni ti chiedi come mai da dopo il 1996 non ci siano pi¨.

SarÓ nostalgia, ma quando ripenso ai tempi d'oro di label come Touch & Go e Amphetamine Reptile mi scende una lacrimuccia.

I Jucifer, sono un duo di Athens, Georgia, famosa per essere patria dei R.E.M. e poco altro. Insieme dal 1993 (e questo spiega tante cose sul loro suono), lei si chiama Amber Valentine, suona la chitarra e canta. Sembra una spogliarellista precocemente invecchiata, armata di minigonne e muro di Ampeg. Lui si chiama Edgar Livengood e suona la batteria con quel tocco leggero che sta tra Dale Crover e il suono che esce dagli Electric Studios di Steve Albini.

Adorano i Melvins.

Il loro sound sta a metÓ tra il potente rumore della band di King Buzzo e le depressioni del Nord-Ovest. Tipo Smashing Pumpkins, Hole, Babes In Toyland. Il minimalismo della formazione per˛ porta i due ad esprimersi in maniera piuttosto originale, senza, ovviamente brindare alla rivoluzione.

Sospesi in un era che non esiste pi¨, come se rifiutassero ogni evoluzione sonora avvenuta dopo il 1993. Un piccolo gruppo da tenersi vicino e amare nei periodi bui.

[Dale P.]

Canzoni significative: Pontius Of Palia, Amplifier.


Questa recensione Ú stata letta 3332 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Jucifer - LJucifer
L'Autrichienne

NEWS


08/09/2014 Video Delle Prove
14/07/2013 Annunciano Il Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Baroness - Red AlbumBaroness
Red Album
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Down - IIDown
II
Iceburn - AsclepiusIceburn
Asclepius
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Superjoint Ritual - Use Once & DestroySuperjoint Ritual
Use Once & Destroy