´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Kongh - Shadows Of The Shapeless (Trust No One)

Ultime recensioni

Ken Mode - NullKen Mode
Null
Gloria de Oliveira -  & Dean Hurley - Oceans Of TimeGloria de Oliveira
& Dean Hurley - Oceans Of Time
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh
Afghan Whigs - How Do You Burn?Afghan Whigs
How Do You Burn?
Zola Jesus - ArkhonZola Jesus
Arkhon
King Buffalo - RegeneratorKing Buffalo
Regenerator
Goatriders - TravelerGoatriders
Traveler
Clutch - Sunrise On Slaughter BeachClutch
Sunrise On Slaughter Beach
Might - AbyssMight
Abyss
GammelsŠter & Marhaug - Higgs BosonGammelsŠter & Marhaug
Higgs Boson
Mat Ball - Amplified GuitarMat Ball
Amplified Guitar
Dreadnought - The EndlessDreadnought
The Endless
Blacklab - In A Bizarre DreamBlacklab
In A Bizarre Dream
Conan - Evidence Of ImmortalityConan
Evidence Of Immortality
Motorpsycho - Ancient AstronautsMotorpsycho
Ancient Astronauts
Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country

Kongh - Shadows Of The Shapeless
Titolo: Shadows Of The Shapeless
Anno: 2009
Produzione:
Genere: metal / post-metal / doom

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Denso e sulfureo come si evince da un immediato colpo d'occhio sulla copertina. Slabbrato e pesante, a momenti estenuante e viscerale, un catalogo di aggettivi che non sono solo mero esercizio linguistico per chi scrive ma strumenti indispensabili per tentare di descrivere il pi¨ fedelmente possibile "Shadows Of The Shapeless". L'universo descritto dalla musica dei Kongh Ŕ uno scorcio di realtÓ posseduto dalle ombre e dal disagio, imbrattato di un'aria difficilissima da inspirare. O forse meglio, un deposito di bile e vomito a cielo aperto. I Kongh incidono gli strati di pelle e lasciano fuoriuscire il marcio sedimentato nell'anima come un rituale d'espiazione e liberazione definitiva. Discendono dai Black Sabbath, nemmeno a dirlo, ma il loro doom si impaluda nelle latrine dello sludge e nel loro codice genetico si vedono filamenti di Corrosion Of Conformity (nella metallicissima "Voice Of The Below" che Ŕ, per˛, il brano pi¨ debole del lotto) ed EyeHateGod. La lunghezza quasi spossante delle loro composizioni - solo la strumentale "Tńnk Pň D÷den" sta sotto i cinque minuti - induce i nostri ad integrare diversi elementi restando fedeli alla matrice. "Essence Asunder", per esempio, apre in southern-blues, poi s'inabissa in remoti fondali di dispersione spirituale, si ferma per respirare la polvere marina e riemerge come un iceberg dal nucleo di fuoco, passando al setaccio post-metal, sludge-core e, perchÚ no, una sorta di post-rock abbrutito e nero come il catrame. Il cantante David Johansson in "Unholy Water" non da tregua alla sua gola, la squarcia con latrati canini, accompagnato dalle fiamme che Oscar Ryden (basso) e Tomas Salonen (batteria) continuano a tenere vive. Soffia un vento infernale qui dentro, il suo punto d'origine Ŕ la gehenna con tutta la sua dannazione. Malessere sciorinato senza divenire plastica ostentazione, i Kongh sono tutt'altro che dei poser. E a due anni di distanza da quel macigno auricolare che Ŕ stato "Counting Heartbeats" gli svedesi ci dicono che non stanno affatto scherzando.

[Marco Giarratana]

Canzoni significative: UNholy Water; Essence Asunder; Shadows Of The Shapeless.


Questa recensione Ú stata letta 3430 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

29/09/2011MilanoLo-Fi

tAXI dRIVER consiglia

Kongh - Shadows Of The ShapelessKongh
Shadows Of The Shapeless
GGGOLDDD - This Shame Should Not Be MineGGGOLDDD
This Shame Should Not Be Mine
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Isis - Live 4 Selections 2001-2005Isis
Live 4 Selections 2001-2005
Solstafir - Svartir SandarSolstafir
Svartir Sandar
Vanessa Van Basten - La Stanza Di SwedenborgVanessa Van Basten
La Stanza Di Swedenborg
Dyskinesia - Dalla NascitaDyskinesia
Dalla Nascita
Ocean, The - PrecambrianOcean, The
Precambrian
Pelican - The Fire In Our Throats Wil Beckon The ThawPelican
The Fire In Our Throats Wil Beckon The Thaw
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla