Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Houdini - Melvins (Atlantic)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Melvins - Houdini
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 1993
Produzione:
Genere: metal / alternative / noise
Scheda autore: Melvins



E' 1993, anno in cui il grunge è IL fenomeno dell'anno. Band come Pearl Jam e Nirvana hanno aperto le porte delle chitarre sporche e della depressione in televisione, capelli lunghi, camicie di flanella e doc martens compaiono in ogni negozio di alta moda e le major stanno cercando di sfruttare al massimo questo fenomeno.

La Atlantic, a furia di sentire i Nirvana esaltare i Melvins decide di metterli sotto contratto. Non stupisce questa scelta dato che in quegli anni tutte le band di Seattle riuscirono a rimediare qualche soldo. Mudhoney, Tad, Screaming Trees riuscirono a salire sul treno permettendosi tournèe mondiali e passaggi televisivi in prima serata.

I Melvins, nel 1993 erano una band che cercava di plasmare il sound dei Black Sabbath con quello dei Black Flag e di creare lunghi drone. Nel circuito indipedente ottennero un discreto successo con dischi come Lysol, Eggnog ma soprattutto Bullhead e Ozma. Erano gli anni in cui il circuito indipendente riusciva ad essere realmente rumoroso. I dischi venivano distribuiti a caso e le band pur di essere nei negozi rilasciavano singoli un po' per tutte le label.

King Buzzo, Dale Crover e Lorax (bassista, figlia di Shirley Temple) si ritrovano così a fare i conti con le proporzioni mondiali del successo del Seattle-Sound. Col senno del poi non sprecano l'occasione, ma consegnano ai posteri un bellissimo disco di approccio al difficoltoso suono della band. Un disco che sarà sempre disponibile in tutti i negozi di dischi e fungerà da cavallo di troia per iniziare un viaggio verso le infernali invenzioni di Buzz.

Per rendere il tutto ancora più appetibile chiamano l'amico/fan Kurt Cobain e lo accreditano produttore di un paio di brani (quando in realtà non fece proprio niente) e gli fanno suonare la chitarra in "Sky Pup" e le percussioni in "Spread Eagle Beagle". In realtà la produzione se la dividono "GGGarth Richardson" e il mitico Billy Anderson, uomo dietro a tutti i più importanti dischi pesanti degli ultimi 20 anni.

In Houdini la band focalizza le intuizioni dei dischi precedenti cedendo ad una vena più ascoltabile e giocherellona, marchio di fabbrica anche della produzione futura. Siamo dalle parti di un metal sbilenco, un po' sludge e un po' doom, parecchio Black Sabbath e decisamente orecchiabile ma essenzialmente inspiegabile a parole.

Non sarà un capolavoro totale ma è certamente la chiave di lettura più semplice per approcciare la band, e per questo lo premiamo nella categoria dei grandi "classici".

A sigillare il tutto le illustrazioni di Frank "Man's Ruin" Kozik.

[Dale P.]

Canzoni significative: Hooch, Nightgoat, Lizzy.


Questa recensione é stata letta 6284 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Melvins - + Lustmord - Pigs Of The Roman EmpireMelvins
+ Lustmord - Pigs Of The Roman Empire
Melvins - A Senile AnimalMelvins
A Senile Animal
Melvins - Colossus Of DestinyMelvins
Colossus Of Destiny
Melvins - ElectroretardMelvins
Electroretard
Melvins - Hostile Ambient TakeoverMelvins
Hostile Ambient Takeover
Melvins - Houdini Live 2005Melvins
Houdini Live 2005
Melvins - Nude With BootsMelvins
Nude With Boots
Melvins - Stoner WitchMelvins
Stoner Witch
Melvins - Sugar Daddy LiveMelvins
Sugar Daddy Live
Melvins - The Bride Screamed MurderMelvins
The Bride Screamed Murder
Melvins - TrilogyMelvins
Trilogy

Live Reports

08/07/2003CorreggioFesta Dell'Unità
28/04/2006Venaria RealeTeatro Della Concordia
06/10/2011MezzagoBloom

NEWS


10/03/2016 Speciale sul Bassist Morgue su Fruit Of The Doom
27/08/2014 Due Nuove Canzoni In Streaming
21/08/2014 Dettagli Del Nuovo Album
21/02/2013 Due Date In Italia
31/07/2012 Cartone Animato Sul Tour 1986
24/02/2012 Nuovo Ep E Brano In Streaming
20/02/2012 Disco Con Trevor Dunn A Giugno
19/07/2011 Due Date In Italia Ad Ottobre
13/03/2011 Sopravvissuti a Due Terremoti
06/03/2011 Album Dal Vivo
11/04/2010 Sample e News Del Nuovo Album
28/07/2009 Disco Di Remix
11/03/2009 Festeggiano 25 Anni
19/05/2007 Annullato Il Tour
18/01/2006 Nuova Formazione
01/07/2005 Senza Rutmanis
28/05/2005 Tracklist Del Tributo
08/04/2005 Ristampa dei Primi Demos
28/02/2005 Arriva Il Tributo
01/11/2004 Dettagli sul tributo

tAXI dRIVER consiglia

Fantomas - The DirectorFantomas
The Director's Cut
Tool - AenimaTool
Aenima
Melvins - HoudiniMelvins
Houdini
Poundhound - Massive GroovesPoundhound
Massive Grooves
Virus - The Agent That Shapes The DesertVirus
The Agent That Shapes The Desert
Tool - 10000 DaysTool
10000 Days
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
A Perfect Circle - Thirteen StepA Perfect Circle
Thirteen Step
Melvins - Houdini Live 2005Melvins
Houdini Live 2005
Five Star Prison Cell - Slaves Of VirgoFive Star Prison Cell
Slaves Of Virgo