Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental elettronica

Advaitic Songs - Om (Drag City)


Om - Advaitic Songs
rock / stoner / doom

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Voto utenti (229):

Etichetta: Drag City
Produzione: Jay Pellicci
Anno: 2012

Scheda autore: Om


Compra Om su Taxi Driver Store


Ci sono band che pian pianino che pubblicano dischi tendono a diminuire gli ingredienti, scarnificando la propria musica giustificandosi che con gli anni hanno imparato ad andare dritti al punto, a centrare gli obiettivi. Scartando cosi' materiale e suggestioni che resero grandi i loro esordi e perdendo via via il pubblico della prima ora.

Ecco perche' "il demo e' meglio" o "fino al terzo disco li ho seguiti, ma gia' il secondo mi aveva stufato".

L'avventura degli OM, invece, e' sempre stata sbilenca fin dal principio.

I primi due dischi furono una scusa per Cisneros e Hakius per tornare a suonare assieme nei palchi e in studio dopo l'avventura Sleep, terminata sul piu' bello. Pilgrimage, il terzo, mise fine l'ossessione di Cisneros per "Set The Controls For The Heart Of The Sun" dei primi Pink Floyd e fece entrare la band nell'olimpo dei grandi eroi dell'underground.

Col cambio di formazione (Amos dei Grails al posto di Hakius) le cose cambiarono. "God Is Good" consegno' al mondo una band ormai non piu' adatta solo ai fan piu' "open mind" del doom metal. Le suggestioni aumentarono e gli arrangiamenti si arricchirono.

Siamo al quinto disco e "Advaitic Songs" e' un'altra pietra miliare (dopo Pilgrimage) per il duo-ormai-trio (con Lichens, ex 90daymen). La band abbandona la formula "giro di basso distorto e loop", presente praticamente solo in "State Of Non Return", aggiungendo nuovi sapori raggiungiendo spazi mai percorsi. Grazie al violoncello di Jackie Gratz (Amber Asylum) gli OM sembrano rispondere agli Earth degli ultimi due dischi sull'uso creativo dello strumento. Ma si sente soprattutto la curiosita' di Emil Amos per le culture del mondo e gli ormai consueti sapori dub di Cisneros.

Un disco che puo' essere analizzato per ore ma che vi consigliamo di scoprire pian pianino, sarebbe meglio a scatola chiusa. Mettetevi comodi, chiudete gli occhi e premete play.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Vota Questo Disco:

Questa recensione Ú stata letta 2345 volte!


Altre Recensioni

OM - Conference Of The BirdsOM
Conference Of The Birds
Om - God Is GoodOm
God Is Good
OM - Variations On A ThemeOM
Variations On A Theme

Live Reports

18/05/2004TorinoHiroshima Mon Amour
08/07/2003CorreggioFesta Dell'UnitÓ
25/02/2006GenovaMadeleine
28/04/2006Venaria RealeTeatro Della Concordia
16/11/2006FirenzeAuditorium Flog
15/06/2007VeneziaHeineken Jammin Festival
14/07/2007MarconFrozen Rock Festival
01/11/2007GenovaBuridda
14/04/2011TilburgRoadburn Festival 2011 Day 1
19/04/2011TorinoUnited Club
20/07/2011TorinoSpaziale Festival
12/04/2012TilburgRoadburn 2012 Day 1
15/04/2012TilburgRoadburn 2012 Afterburner

NEWS


01/11/2012 Video di State Of Non-Return
08/08/2012 Tre Date In Italia
21/06/2012 Nuovo Brano In Anteprima
03/04/2012 Teaser Del Nuovo Disco
05/02/2012 Tour Europeo
13/08/2009 Copertina e Tracklist di God Is Good
30/05/2009 God Is Good a Settembre e Altre NovitÓ
16/03/2009 Pronto Il Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Uncle Acid And The Deadbeats - Mind ControlUncle Acid And The Deadbeats
Mind Control
Om - God Is GoodOm
God Is Good
Zippo - MaktubZippo
Maktub
ChŔ - Sounds Of LiberationChŔ
Sounds Of Liberation
Atomic Bitchwax - The Local FuzzAtomic Bitchwax
The Local Fuzz
Rotor - 4Rotor
4
Ojm - VolcanoOjm
Volcano
Porn - American StylePorn
American Style
Mondo Generator - Cocaine RodeoMondo Generator
Cocaine Rodeo
Queens Of The Stone Age - Feel Good Hit Of The SummerQueens Of The Stone Age
Feel Good Hit Of The Summer