Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Slift - Ummon (Vicious Circle)

Ultime recensioni

Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage

Slift - Ummon
Autore: Slift
Titolo: Ummon
Anno: 2020
Produzione: Olivier Clissac
Genere: rock / psych / garage

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Un tempo ci si scambiava le cassettine, poi le cartelle su Napster e Soulseek. Ricordo ancora quando una recensione su Pitchfork poteva far decuplicare le copie smerciate di un disco. Infine è arrivato lo streaming e in pochi secondi si può passare da essere dei signor nessuno a macinare ascolti su ascolti. Negli ultimi anni il faro per gli appassionati si chiama KEXP, la radio di Seattle che quasi ogni giorno pubblica sul proprio canale youtube un concerto di qualche band più o meno underground. Una delle ultime ad essere passate nei loro studi è francese e si chiama "Slift". Nel 2018 hanno pubblicato "La Planète Inexplorée" e oggi bissano con "UMMON": 72 minuti di acidità rock.

Chi è avezzo al genere ha già ascoltato band di questo tipo decine di volte: dagli Hawkwind in poi non esiste stagione senza che spuntino come gli adorati funghetti di cui fanno largo uso. Per usare un riferimento più moderno potremmo citare i Thee Oh Sees: garage rock psichedelico senza una struttura precisa e lunghi brani che odorano di sci-fi, fantasy e freakettonate, assoli acidi, riff di basso ipnotici e batteria metronomica a scandire ogni momento dell'esperienza. Poco cantato, quasi nullo.

Niente di innovativo ma un lavoro fatto bene, con suoni a cavallo del gusto heavy stoners e quello più freak indie..

[Dale P.]

Canzoni significative: Citadel on a Satellite, Dark Was Space, Cold Were the Stars.

Questa recensione é stata letta 1007 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Slift - IlionSlift
Ilion

tAXI dRIVER consiglia

Oneida - Secret WarsOneida
Secret Wars
Weeed - You Are The SkyWeeed
You Are The Sky
Gary Lee Conner - Unicorn CurryGary Lee Conner
Unicorn Curry
Quest For Fire - Lights From ParadiseQuest For Fire
Lights From Paradise
Rose Windows - The Sun DogsRose Windows
The Sun Dogs
Tess Parks - Blood HotTess Parks
Blood Hot
Slift - IlionSlift
Ilion
White Hills - HP-1White Hills
HP-1
Altin Gun - YolAltin Gun
Yol
Mdou Moctar - Afrique VictimeMdou Moctar
Afrique Victime