Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

2020 - Zombi (Relapse)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Zombi - 2020
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Relapse
Anno: 2020
Produzione: Steve Moore
Genere: metal / post-metal / elettronica
Scheda autore: Zombi



Agli esordi degli Zombi (2001) non esistevano ancora la retrowave, la synthwave e neanche la vaporwave. John Carpenter aveva appena fatto uscire "Fantasmi Da Marte" e a pochi interessavano le sue colonne sonore. I Goblin fuori dall'Italia erano ormai dimenticati e la italodisco era una vergogna del nostro paese. 20 anni dopo gli Zombi sono ancor qui, a fare dischi che non piacciono a nessuno, mentre tutto intorno le mode e la nostalgia hanno portato alla ribalta un suono sintetico che negli anni ha generato decine e decine di artisti più o meno di successo, colonne sonore patinate e dischi celebrati anche dai più scettici.

"2020" è l'anno che, per come si sta sviluppando, sta mettendo insieme distopie, fantascienza, cyberpunk, postapocalisse e quant'altro. E quale band migliore degli Zombi possono musicarlo? Curiosamente, Paterra e Moore, si presentano in versione heavy, in un ritorno alle origini inaspettato. A far da padrone sono i riff sabbathiani/sludge, mentre i synth spaziali sono messi in secondo piano. La tensione si fa quindi più terrena e meno sci-fi, al confine con lo stoner rock e certo post-metal ma con ritmi blandi da colonna sonora.

C'è da dire che Zombi hanno difficoltà a confezionare capolavori, sarà per colpa della formula o per precisa scelta stilistica, d'altra parte preferiscono sicuramente lavorare sull'atmosfera. Anche questo disco quindi è da consigliare più ai curiosi e ai collezionisti della band "minori" che a coloro che cercano l'hype a tutti i costi. Chissà se nel 2040 non verranno scoperti e finalmente capiti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Thoughtforms, Breakthrough & Conquer.


Questa recensione é stata letta 66 volte!
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Zombi - Surface To AirZombi
Surface To Air

NEWS


05/04/2011 Nuovo Brano In Streaming
07/03/2011 Nuovo Brano In Streaming
30/01/2011 Escape Velocity A Maggio

tAXI dRIVER consiglia

Burst - Lazarus BirdBurst
Lazarus Bird
Jesu - JesuJesu
Jesu
Pelican - Pelican EPPelican
Pelican EP
AA.VV. - Stones From The Sky Neurosound Vol.1AA.VV.
Stones From The Sky Neurosound Vol.1
Kall - BrandKall
Brand
Mare - Mare EPMare
Mare EP
Spotlights - Love & DecaySpotlights
Love & Decay
5ive - Hesperus5ive
Hesperus
Dirge - Elysian Magnetic FieldsDirge
Elysian Magnetic Fields
Dead To A Dying World - ElegyDead To A Dying World
Elegy