Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Dust For Life - Dust For Life (Wind Up)

Ultime recensioni

Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues
Thou - UmbilicalThou
Umbilical
Porcelain - PorcelainPorcelain
Porcelain
Eye - Dark LightEye
Dark Light
Bala - BestaBala
Besta
Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty

Dust For Life - Dust For Life
Autore: Dust For Life
Titolo: Dust For Life
Etichetta: Wind Up
Anno: 2000
Produzione:
Genere: rock / grunge / post-grunge

Voto:



Dalla stessa etichetta dei Creed e lanciati proprio dalla band di Scott Stapp arrivano questi Dust For Life. Che cosa ci propongono di nuovo? Niente, assolutamente niente. La differenza con i Creed è minima. Identiche le citazioni degli Alice In Chains ma, invece dei Pearl Jam, la primaria fonte di ispirazione sono Soundgarden. Così, invece di assomigliare agli Stone Temple Pilots o ai Seven Mary Three sembra di ascoltare i Days Of The New e gli UPO. Come avviene in tutti questi casi il risultato finale non è da buttare, anzi, ma dopo qualche anno il genere inizia a mostrare la corda. E' un po' come avviene nel punk. Miliardi di gruppi simili e solo un paio di veramente innovativi. Così si applica lo stesso discorso del punk: se vi piace il genere apprezzerete anche questo gruppo se, invece siete dei puristi e per voi la parola grunge non esiste o al massimo per poterla pronunciare dovete venire da Seattle, vestire con Doc Martens e camicie di flanella e farvi in vena dalla mattina alla sera allora lasciate stare perchè qua non c'è niente di nuovo. Una cosa però dovete spiegarmi: perchè in America puntualmente tutti questi gruppi entrano in classifica e qua li distruggiamo di critiche o, se va bene, vengono bellamente ignorati?? Forse perchè qua da noi non vanno in classifica neanche i Pearl Jam? Mentre aspetto la vostra risposta io continuo ad ascoltarmi i Dust For Life che mantengono tutto il decadentismo degli Alice In Chains e l'energia dei migliori Soundgarden (periodo Badmotorfinger). Se i Creed torneranno in Italia per promuovere l'imminente terzo disco spero che si portino di supporto questo gruppo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Step Into Light, Dragonfly, Poison.


Questa recensione é stata letta 3666 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Alice In Chains - DirtAlice In Chains
Dirt
Nirvana - In UteroNirvana
In Utero
Alice In Chains - LiveAlice In Chains
Live
Pearl Jam - TenPearl Jam
Ten
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Plush - HandsPlush
Hands
Pearl Jam - No CodePearl Jam
No Code
Godsmack - FacelessGodsmack
Faceless
AA.VV. - Sub Pop 200AA.VV.
Sub Pop 200
Mudhoney - Piece Of CakeMudhoney
Piece Of Cake