Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Hesperus - 5ive (Tortuga)

Ultime recensioni

Might - MightMight
Might
Appalooza - The Holy Of HoliesAppalooza
The Holy Of Holies
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Tomahawk - Tonic ImmobilityTomahawk
Tonic Immobility
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Eyehategod - A History of Nomadic BehaviorEyehategod
A History of Nomadic Behavior
Really From - Really FromReally From
Really From
Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennanh - Longing for BelongingZola Mennanh
Longing for Belonging

5ive - Hesperus
Voto:
Etichetta: Tortuga
Anno: 2008
Produzione:
Genere: metal / post-metal / sludge
Scheda autore: 5ive



Escluso l'Ep "Versus" risalente al 2004, erano ben sette anni che i 5ive non rilasciavano un nuovo albo su lunga distanza. Un lasso di tempo molto ampio considerati i voraci e veloci i tempi con i quali le band nascono e muoiono incenerite dall'angoscia del fatturato (delle labels).

Redivivo ed in buona salute, il duo di Boston (sono Ben Carr alla chitarra e Charlie Harrold alla batteria) rimette piede a zonzo con un lavoro che segna un discreto allontanamento dal primigenio sludge, atto pi o meno necessario per invadere territori un p pi cerebrali che si potrebbero, senza grossi sforzi, far ricondurre all'universo post-core. Ci si immagini i Pelican meno post-rock armeggiare coi Tool pi snelli e regolari: in linea di massima la rotta intrapresa adesso dai 5ive questa (l'ipnotica "Big Sea" e "Polar 78" sintetizzano perfettamente il tutto).

Strutture non molto complesse (c' sempre un nucleo tematico ben distinto e spesso reiterato), il tutto si svolge su un livello nettamente pi psichedelico rispetto al passato, nonostante il riffage si mantenga solido e corposo, come ben dimostrano brani d'impatto come "Gulls" o "Kettle Cove". Tutto il tronco finale, quello che va da "Polar 78" a "News II", un vorticoso trip verso astrali anfratti che fluttua su diversi livelli di dinamica e l'eccelsa "News I", che ha un fortissimo appeal sixties, probabilmente il frangente pi evocativo e maestoso.

"Hesperus" il come-back di un'ottima band che temevamo di aver perso: consigliato a fans e neofiti, e a questi ultimi suggeriamo inoltre di rispolverare i primi due album della band, i bellissimi "5ive" e "Telastic Disfracture".

[Marco Giarratana]

canzoni significative: Polar 78; News I; News II; Big Sea.


Questa recensione stata letta 4645 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

5ive - 5ive5ive
5ive
5ive - Telestic Disfracture5ive
Telestic Disfracture

tAXI dRIVER consiglia

Neurosis - The Eye Of Every StormNeurosis
The Eye Of Every Storm
Zu - CarboniferousZu
Carboniferous
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia
Les Discrets - Ariettes OublieesLes Discrets
Ariettes Oubliees
Battle Of Mice - A Day Of NightsBattle Of Mice
A Day Of Nights
Celeste - Mortes NeesCeleste
Mortes Nees
Isis - OceanicIsis
Oceanic
Jesu - JesuJesu
Jesu
Dirge - Elysian Magnetic FieldsDirge
Elysian Magnetic Fields
Vanessa Van Basten - La Stanza Di SwedenborgVanessa Van Basten
La Stanza Di Swedenborg