Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Big Brave - & The Body - Leaving None But Small Birds (Thrill Jockey)

Ultime recensioni

Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable

Big Brave - & The Body - Leaving None But Small Birds
Autore: Big Brave
Titolo: & The Body - Leaving None But Small Birds
Etichetta: Thrill Jockey
Anno: 2021
Produzione: Seth Manchester
Genere: rock / folk / experimental

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta & The Body - Leaving None But Small Birds





Big Brave e The Body sono fra le band più pesanti attualmente in attività. Pesanti dal punto di vista della proposta, pesanti per il suono che malleano abitualmente. Ero quindi molto curioso per questa collaborazione che prometteva di essere letteralmente devastante per le nostre povere orecchie.

Essendo però due band geniali in tutto quello che fanno i 7 (3+2+2 intrusi) si sono ritrovati invece per suonare la musica più leggera mai fatta: il folk. Folk che prende dal Canada, dall'Inghilterra e degli Appallacchi, risuonato e rivitalizzato con l'intensità che solo questi personaggi ultra sensibili sono in grado di riprodurre. Inutile dire che a fare da leone è la performance vocale di Robin Wattie ma è indubbio che anche il resto della band ci metta del proprio per far vibrare i sensi dell'ascoltatore.

Tantissimi i momenti da pelle d'oca in un disco che è da affiancare negli ascolti tra l'ultimo Lingua Ignota (Sinner Get Ready) e l'ultimo Low (Hey What). Bravi tutti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Oh Sinner, Hard Times.

Questa recensione é stata letta 242 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Big Brave - A Gaze Among ThemBig Brave
A Gaze Among Them
Big Brave - VitalBig Brave
Vital

tAXI dRIVER consiglia

Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Ed Harcourt - Maplewood EPEd Harcourt
Maplewood EP
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
Johnny Cash - The Man Comes AroundJohnny Cash
The Man Comes Around
Southern Isolation - Southern IsolationSouthern Isolation
Southern Isolation
William Elliott Whitmore - Field SongsWilliam Elliott Whitmore
Field Songs
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues
Mark Lanegan - Here Comes That Weird ChillMark Lanegan
Here Comes That Weird Chill