Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Giant Sand - Cover Magazine (Thrill Jockey)

Ultime recensioni

Sonic Universe - It Is What It IsSonic Universe
It Is What It Is
Orange Goblin - Science Not FictionOrange Goblin
Science Not Fiction
Crypt Sermon - The Stygian RoseCrypt Sermon
The Stygian Rose
Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will

Giant Sand - Cover Magazine
Autore: Giant Sand
Titolo: Cover Magazine
Etichetta: Thrill Jockey
Anno: 2002
Produzione:
Genere: rock / folk / pop

Voto:



Sembra che la carriera dei Giant Sand (iniziata nel 1985 con l'esordio "Valley Of Rain") sia al capolinea. Ormai Howe Gelb vive con i suoi dischi solista e cos il resto del gruppo con i Calexico. Ma a sentire i dischi vecchi e soprattutto questo nuovo inevitabile far scendere una lacrimuccia per una delle migliori formazioni americane. Notevolmente influenzati da Neil Young, Lou Reed e Nick Cave i nostri hanno confezionato, nell'arco di quasi vent'anni, una discreta serie di ottimi dischi. E' giunto cos il momento dei saluti e dei doverosi ringraziamenti. E quale metodo migliore per ringraziare se non quello di fare un disco di cover?? Ovvio quindi iniziare con Out Of Weekend di Neil Young (qua in medley con El Paso), che forse grazie a Neil o forse grazie ad Howe rimane il vertice del disco. Notevole anche la rilettura di Johnny Hit And Run Pauline (degli X, of course) in duetto con PJ Harvey. E anche lei ringraziata con Plants And Rags. Strana la cover di Iron Man dei Black Sabbath virata jazz e notevole quella di Red Right Hand di Nick Cave. Un prodotto per fan dei Giant Sand, ovvio, ma bello pensare che tutti lo siano.

[Dale P.]

Canzoni significative: El Paso/Out Of Weekend.

Questa recensione stata letta 2692 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Giant Sand - Cover MagazineGiant Sand
Cover Magazine
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
Southern Isolation - Southern IsolationSouthern Isolation
Southern Isolation
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
Lankum - False LankumLankum
False Lankum
Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Ed Harcourt - Here Be MonstersEd Harcourt
Here Be Monsters
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
Ed Harcourt - Maplewood EPEd Harcourt
Maplewood EP