Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Black Label Society - Hangover Music Vol.VI (Spitfire)

Ultime recensioni

Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons
Baroness - StoneBaroness
Stone
Benefits - NailsBenefits
Nails
Sprain - The Lamb As EffigySprain
The Lamb As Effigy
Blut Aus Nord - Disharmonium - NahabBlut Aus Nord
Disharmonium - Nahab
Be Your Own Pet - MommyBe Your Own Pet
Mommy
Crawl - DamnedCrawl
Damned
The Armed - Perfect SaviorsThe Armed
Perfect Saviors
Home Front - Games of PowerHome Front
Games of Power
Mizmor - ProsaicMizmor
Prosaic
Spotlights - Alchemy For The DeadsSpotlights
Alchemy For The Deads
Mutoid Man - MutantsMutoid Man
Mutants
 AA.VV. - Superunknown Redux AA.VV.
Superunknown Redux
Somnuri - DesideriumSomnuri
Desiderium
Godflesh - PurgeGodflesh
Purge
Hasard - MalivoreHasard
Malivore
Khanate - To Be CruelKhanate
To Be Cruel
Divide And Dissolve - SystemicDivide And Dissolve
Systemic

Black Label Society - Hangover Music Vol.VI
Autore: Black Label Society
Titolo: Hangover Music Vol.VI
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / grunge / metal

Voto:



Il nuovo amore di Zakk Wylde sono gli Alice In Chains. La chitarra di Toni Iommi si trasforma in quella di Jerry Cantrell, pi moderna ma sempre degna di essere tributata dei giusti onori. Allo stesso tempo, Zakk, cerca di immedesimarsi in Layne Staley, cantando in modo molto ulceroso e malato, cercando di imitare lo stile di uno dei pi grandi cantanti degli anni 90. A chiudere il cerchio arriva Mike Inez bassista della band da Dirt in poi.

Il cambiamento di Zakk far sicuramente storcere il naso ai puristi. Il disco risulta, infatti, nella sua interezza molto tranquillo, basato su riff di chitarra acustica. Pensate agli Alice In Chains di Dirt e Jar Of Flies e avrete un'idea. Secondo me, il risultato finale molto buono, certamente non arriviamo alle vette della band originale ma giusto poco sotto. Consiglio questo Hangover Music Vol.VI ai veri fan di Zakk Wylde che si studieranno ogni nota, ai fan degli Alice In Chains e a tutti coloro che vogliono un disco suonato da dio ma senza orpelli inutili. Ma i metallari pi chiusi sono avvertiti: scordatevi i Black Sabbath.

Segnaliamo un tributo a Layne nell'omonima canzone.

[Dale P.]

Canzoni Significative: Steppin Stone, Yesterday Today Tomorrow.


Questa recensione stata letta 3884 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Black Label Society - 1919 EternalBlack Label Society
1919 Eternal

tAXI dRIVER consiglia

Pearl Jam - VitalogyPearl Jam
Vitalogy
Green River - Dry As A Bone/Rehab DollGreen River
Dry As A Bone/Rehab Doll
Neil Young - MirrorballNeil Young
Mirrorball
Nirvana - In UteroNirvana
In Utero
Lingua - The Smell Of A Life That Could Have BeenLingua
The Smell Of A Life That Could Have Been
Nirvana - NevermindNirvana
Nevermind
Godsmack - FacelessGodsmack
Faceless
Godsmack - AwakeGodsmack
Awake
Alice In Chains - SAP EPAlice In Chains
SAP EP
Soundgarden - Screaming LifeSoundgarden
Screaming Life