´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Brutus - Nest (Sargent House)

Ultime recensioni

Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null
Gloria de Oliveira -  & Dean Hurley - Oceans Of TimeGloria de Oliveira
& Dean Hurley - Oceans Of Time
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh
Afghan Whigs - How Do You Burn?Afghan Whigs
How Do You Burn?
Zola Jesus - ArkhonZola Jesus
Arkhon
King Buffalo - RegeneratorKing Buffalo
Regenerator
Goatriders - TravelerGoatriders
Traveler
Clutch - Sunrise On Slaughter BeachClutch
Sunrise On Slaughter Beach
Might - AbyssMight
Abyss
GammelsŠter & Marhaug - Higgs BosonGammelsŠter & Marhaug
Higgs Boson
Mat Ball - Amplified GuitarMat Ball
Amplified Guitar
Dreadnought - The EndlessDreadnought
The Endless
Blacklab - In A Bizarre DreamBlacklab
In A Bizarre Dream
Conan - Evidence Of ImmortalityConan
Evidence Of Immortality
Motorpsycho - Ancient AstronautsMotorpsycho
Ancient Astronauts
Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture

Brutus - Nest
Autore: Brutus
Titolo: Nest
Etichetta: Sargent House
Anno: 2019
Produzione: Jesse Gander
Genere: rock / post-rock / post-hardcore

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Discogs segnala 23 band di nome Brutus: loro vengono dal Belgio e questo "Nest" Ŕ il secondo album, dopo "Burst" del 2017. Il primo disco vedeva una band grintosa, vicina a certo post hardcore mescolato a post rock e shoegaze, il tutto sormontato dalla bella voce della batterista Stefanie Mannaerts.

"Nest" cambia leggermente le carte in tavola: le chitarre perdono i riff heavy in favore di riverberoni e delay shoegaze, la batteria passa in primo piano e soprattutto le canzoni diventano Stefanie-centriche. Queste scelte fanno svettare l'orecchiabilitÓ e a guardagnarci sono ovviamente le canzoni, molto pi¨ a fuoco e riconoscibili. Il trittico iniziale Ŕ da urlo: "Fire", "Django", "Cemetery" non possono non lasciare l'ascoltare basito grazie ai numerosi sali-scendi emozionali. Il proseguo del disco Ŕ su questi temi, cosa che pu˛ risultare un po' noiosa ai primi ascolti ma che pian pianino rivela anche le gemme nascoste nel proseguo della tracklist (ad esempio "War").

In "Burst" il piatto non Ŕ vario ma Ŕ decisamente gustoso. Ma Ŕ consigliabile iniziare con piccoli assaggi.

[Dale P.]

Canzoni significative: Fire, Django, Cemetery, War.


Questa recensione Ú stata letta 685 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


28/07/2022 Annunciano "Unison Life"
28/06/2022 Online "Dust"

tAXI dRIVER consiglia

65 Days Of Static - The Fall Of Math65 Days Of Static
The Fall Of Math
Giardini Di Mir˛ - Rise And Fall Of Academic DriftingGiardini Di Mir˛
Rise And Fall Of Academic Drifting
Brutus - NestBrutus
Nest
Moin - Moot!Moin
Moot!
Sigur Ros - Hvarf/HeimSigur Ros
Hvarf/Heim
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA
90 Day Men - To Everybody90 Day Men
To Everybody
Red Sparowes - At The Soundless DawnRed Sparowes
At The Soundless Dawn
 Madrigali Magri
L'Avaro
LL'Altra
In The Afternoon