´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Damien - Pretend We Are Kings (Autoproduzione)

Ultime recensioni

Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons
Baroness - StoneBaroness
Stone
Benefits - NailsBenefits
Nails
Sprain - The Lamb As EffigySprain
The Lamb As Effigy
Blut Aus Nord - Disharmonium - NahabBlut Aus Nord
Disharmonium - Nahab
Be Your Own Pet - MommyBe Your Own Pet
Mommy
Crawl - DamnedCrawl
Damned
The Armed - Perfect SaviorsThe Armed
Perfect Saviors
Home Front - Games of PowerHome Front
Games of Power
Mizmor - ProsaicMizmor
Prosaic
Spotlights - Alchemy For The DeadsSpotlights
Alchemy For The Deads
Mutoid Man - MutantsMutoid Man
Mutants
 AA.VV. - Superunknown Redux AA.VV.
Superunknown Redux
Somnuri - DesideriumSomnuri
Desiderium
Godflesh - PurgeGodflesh
Purge
Hasard - MalivoreHasard
Malivore
Khanate - To Be CruelKhanate
To Be Cruel
Divide And Dissolve - SystemicDivide And Dissolve
Systemic

Damien - Pretend We Are Kings
Autore: Damien
Titolo: Pretend We Are Kings
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / grunge / punk

Voto:



Risulta incredibile vedere che questo "Let Us Pretend We Are Kings" sia completamente autoprodotto. Ottima produzione ma, soprattutto, una confezione degna dei dischi in commercio. Stupisce che la band non abbia trovato altre alternative per produrre la propria musica. Ma, il grunge, si sÓ, Ŕ un genere che moriva giusto 10 anni fa. Fa fico produrre band rock di dubbio valore piuttosto che qualcuno che si rifaccia al Seattle-sound.

Pi¨ lo ascolto pi¨ mi convinco sia un ottimo lavoro, per quanto non ami del tutto le band che si rifanno ai Nirvana, ma in voi c'Ŕ una bella attitudine "noise" e "in your face" che mi piace. Mi ricordate i My Vitriol, band troppo presto dimenticata capace di live-act devastanti. Nei Damien* c'Ŕ quella sensibilitÓ tipicamente inglese (vedi nella ballata grungy "Black Rain Planet" in cui affiorano i Radiohead di The Bends) che li rende pi¨ vari e meno prevedibili della maggior parte delle band "nirvaniane" presenti nello stivale (vedi i comunque bravi Imodium).

Se vi piacciono Nirvana, Mudhoney, Muse e primi Radiohead questo lavoro fa per voi, se siete ossessionati dalla moda lasciate perdere, qui dentro c'Ŕ solo del muffoso grunge!!

[Dale P.]

Canzoni Significative: Always Wear A Pretty Shirt, Human Nature.


Questa recensione Ú stata letta 3083 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Jerry Cantrell - Degradation TripJerry Cantrell
Degradation Trip
Pearl Jam - VsPearl Jam
Vs
Mudhoney - Piece Of CakeMudhoney
Piece Of Cake
Soundgarden - Down On The UpsideSoundgarden
Down On The Upside
Green River - Come On DownGreen River
Come On Down
Jerry Cantrell - BrightenJerry Cantrell
Brighten
AA.VV. - Singles SoundtrackAA.VV.
Singles Soundtrack
AA.VV. - Hype! Surviving The Northwest Rock ExplosionAA.VV.
Hype! Surviving The Northwest Rock Explosion
Alice In Chains - LiveAlice In Chains
Live
Mudhoney - My Brother The CowMudhoney
My Brother The Cow