Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Deathspell Omega - The Long Defeat (Norma Evangelium Diaboli)

Ultime recensioni

Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture

Deathspell Omega - The Long Defeat
Autore: Deathspell Omega
Titolo: The Long Defeat
Anno: 2022
Produzione:
Genere: metal / black metal / avantgarde

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta The Long Defeat





"Sono venuto a portare morte, terrore e distruzione", questo l'incipt lirico dell'ottavo album dei Deathspell Omega, il primo di una nuova era, come riportato dalla pagina bandcamp del gruppo .

Come sempre, il disco è uscito in sordina, con pochissime informazioni al seguito, ed è riuscito comunque a scatenare l'interesse di tutti gli appassionati.

Sappiamo che è stato registrato in presa diretta (come il precedente "The Furnaces Of Palingenesia.") e si vocifera (attendo di avere l'artwork completo a disposizione) che vi siano almeno un paio di collaboratori di lusso, Mortuus dei Marduk alla voce, che va ad affiancare Mikko Aspa, e M. (Mgla, Kriegsmachine) alla chitarra.

Sarà la nuova direzione artistica, sarà la collaborazione con uno dei songwriter black metal più importanti degli ultimi anni, ma i DsO hanno mischiato un po' le carte.

L'incipit "Enantiodromia" si presenta con degli inquietanti tamburi alla "Silverster Anfang" dei Mayhem e viaggia per undici minuti tra il post hardcore/industrial e il black metal meccanico e pulsante alla Kriegsmachine, per chiudersi con l'unico, azzeccatissimo, frammento ambient del disco.

"Eadem, sed aliter" è il pezzo più classicamente DsO del lavoro: una tempesta di blast beat e dissonanze si abbatte su di noi con una forza inaudita e sul finire spunta persino un veloce assolo, fischiante e psichedelico, a rendere ancora più pazzo il risultato finale.

Quello che colpisce rispetto alla precedente discografia è che spuntano melodie più aperte, ci sono meno dissonanze e la scrittura risulta meno intricata e progressiva; pur essendo un disco dei DsO al 100%, rimane un ascolto più "facile" rispetto allo standard della band. Qualche naso storto spunterà, ma basta la partenza di "Sie Sind Gerichtet!" per rimanere senza fiato grazie alla violenza sprigionata ed al lavoro della batteria, incredibile e oltre ogni umana immaginazione (ascoltate in cuffia se potete e godrete di tutti i dettagli) .

La title track celebra Lucifero e i lati più violenti della natura come fossero un unicum metafisico, parte come mid tempo declamatorio e sfocia nella sfuriata migliore dell'album, conclusa da un incrocio di voci salmodianti da brividi.

Il lavoro è chiuso da "Our Life Is Your Death" che sembra veramente un pezzo dei Mgla, per l'approccio vocale, per l'atmosfera mesmerizzante e per la bellezza melodica.

"The Long Defeat" racchiude elementi nuovi nella proposta dei DsO, ma alla fine il marchio di fabbrica è ben riconoscibile e, anche se non cadiamo più dalla sedia come ai tempi di "Paracletus", la qualità rimane molto alta.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: Eadem, Sed Aliter; Sie Sind Gerichtet!

Questa recensione é stata letta 513 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia

tAXI dRIVER consiglia

Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Mizmor - YodhMizmor
Yodh
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Wolves In The Throne Room - Primordial ArcanaWolves In The Throne Room
Primordial Arcana
Deathspell Omega - The Long DefeatDeathspell Omega
The Long Defeat
Ætheria Conscientia - Corrupted Pillars of VanityÆtheria Conscientia
Corrupted Pillars of Vanity
Triptykon - Eparistera DaimonesTriptykon
Eparistera Daimones
Gallhammer - Ill InnocenceGallhammer
Ill Innocence