Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Random Desire - Greg Dulli (Royal Cream)

Ultime recensioni

Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion

Greg Dulli - Random Desire
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2020
Produzione: Greg Dulli
Genere: pop / rock / elettronica
Scheda autore: Greg Dulli



Dopo la fine degli Afghan Whigs il cantante Greg Dulli non è certo rimasto con le mani in mano: le collaborazioni con Mark Lanegan, Afterhours (ebbene si), i progetti Twilight Singers e The Gutter Twins, infine la reunion con i buoni "Do To The Beast" e "In Spades". Pur con l'agenda sempre piena, dopo trent'anni di carriera, Greg ha sentito la necessità di sfogarsi in proprio costruendo un disco non molto rock, a parte in qualche esplosione chitarristica (Sempre, The Tide). "Random Desire" è un album elegante, sebbene non molto sofisticato, in cui Greg cerca di sfuggire ai suoi clichè con atmosfere a tratti dark e con poco soul, un po' folk (A Ghost), un pizzico di elettronica e un andamento sempre piuttosto tranquillo.

Un buon disco, senza dubbio, ma a cui manca l'effetto sorpresa o dei brani di maggior presa. I fan di Greg apprezzeranno (soprattutto quelli più anziani e amanti degli anni 80), tutti gli altri difficilmente lo noteranno.

[Dale P.]

Canzoni significative: A Ghost, Lockless, The Tide, Pantomima.


Questa recensione é stata letta 289 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Greg Dulli - Greg DulliGreg Dulli
Greg Dulli's Amber Headlight

tAXI dRIVER consiglia

Ben Harper - Diamonds On The InsideBen Harper
Diamonds On The Inside
Paolo Benvegnù - Piccoli Fragilissimi FilmPaolo Benvegnù
Piccoli Fragilissimi Film
Nick Cave - GhosteenNick Cave
Ghosteen
Neil Finn - One NilNeil Finn
One Nil
R.E.M. - RevealR.E.M.
Reveal
Beatles, The - LoveBeatles, The
Love
Neil Finn - & Friends - 7 Worlds CollideNeil Finn
& Friends - 7 Worlds Collide
24 Grana - Metaversus Deluxe24 Grana
Metaversus Deluxe
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Lara Martelli - Orchidea PorporaLara Martelli
Orchidea Porpora