Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

The Man Comes Around - Johnny Cash (American)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Ral RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Ral Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Johnny Cash - The Man Comes Around
Voto:
Etichetta: American
Anno: 2003
Produzione:
Genere: rock / folk / pop
Scheda autore: Johnny Cash



E quattro. I capolavori di fila di Johnny Cash. E pensare che alla soglia dei 70 anni la sua carriera sembrava finita, e cos la sua vita. Rick Rubin l'ha salvato. O, molto pi probabilmente, Johnny si salvato da solo. Arrivare a 70 anni e fare il disco migliore della carriera un impresa che riesce a pochi. E pensare che di dischi immortali ne ha fatti parecchi. Il disco, ve lo dico subito, immenso. E pensare che potrebbe essere mio nonno mi commuove ancora di pi. Hurt dei Nine Inch Nails e Personal Jesus dei Depeche Mode sono due cover imprevedibili ma allo stesso tempo ovvie. Johnny fa sembrare ovvio proprio tutto. Come non averci mai pensato prima? Bridge Over Trouble Water di Simon & Garfunkel e I'm So Lonesome I Could Cry di Hank Williams sono indubbiamente gli highlights del disco. Calligrafiche ma personali. Intense, uniche. Commuovente nella loro perfezione. Gli ospiti presenti impreziosiscono il tutto: Fiona Apple, Nick Cave, John Frusciante suonano, cantano ma nella loro discrezione sono perfetti. Perfetto l'aggettivo che si ripete per ogni cosa che fa Cash. Ascoltarlo un obbligo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Tutte

Questa recensione stata letta 3853 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Johnny Cash - A Hundred HighwaysJohnny Cash
A Hundred Highways

NEWS


07/06/2006 I Dettagli su American V

tAXI dRIVER consiglia

Giant Sand - Cover MagazineGiant Sand
Cover Magazine
Ed Harcourt - Here Be MonstersEd Harcourt
Here Be Monsters
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Mark Lanegan - Here Comes That Weird ChillMark Lanegan
Here Comes That Weird Chill
Alexander Tucker - PortalAlexander Tucker
Portal
Johnny Cash - The Man Comes AroundJohnny Cash
The Man Comes Around
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans