Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Lankum - False Lankum (Rough Trade)

Ultime recensioni

Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing

Lankum - False Lankum
Autore: Lankum
Titolo: False Lankum
Etichetta: Rough Trade
Anno: 2023
Produzione: John ‘Spud’ Murphy
Genere: rock / folk / drone

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta False Lankum





Un paio di anni fa Big Brave e The Body unirono le forze per esplorare il folk americano, canadese e anglosassone e tirandone fuori i sapori più dark e dissonanti. Ne venne fuori lo splendido album "Leaving None But Small Birds", a mio gusto uno dei dischi più belli degli ultimi anni. Non fu ovviamente la prima volta che musica oscura e folk si sposarono ma per i miei gusti fu senz'altro uno dei connubi più riusciti. Rimanendo nel "nostro" genere mi vengono in mente gli splendidi lavori di Steve Von Till, dello spagnolo Sangre De Muerdago, dei finlandesi Hexvessel, dei norvegesi Wardruna, degli sloveni Sirom. Bisogna essere onesti: non tutto il folk è digeribile per lo stesso ascoltatore e in molti casi è necessario avere passione per il paese d'origine per poterne apprezzare le sfumature e, soprattutto, gli strumenti.

Questa lunga premessa per farvi capire più o meno di che tipologia di folk sto parlando. Se più o meno apprezzate i nomi citati sopra allora dovete assolutamente aggiungere alla lista anche gli irlandesi Lankum, giunti con "False Lankum" al quarto lavoro. L'album è composto da due brani autografi e dieci traditional riarrangiati senza lesinare in oscurità. Ci sono tanti strumenti acustici ma proprio mentre la band sembra trovare una via di fuga solare si butta in droni frastornanti e potenti. Lankum decidono di affrontare un percorso coraggioso, adatto ad una nicchia di ascoltatori particolare, scartando a piè pari ogni possibilità di successo di massa a cui potrebbero aspirare.

Già nel podio del 2023.

[Dale P.]

Canzoni significative: Newcastle, Go Dig My Grave.


Questa recensione é stata letta 554 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Alexander Tucker - PortalAlexander Tucker
Portal
Giant Sand - Cover MagazineGiant Sand
Cover Magazine
Lankum - False LankumLankum
False Lankum
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy
William Elliott Whitmore - Field SongsWilliam Elliott Whitmore
Field Songs
Marissa Nadler - & Stephen Brodsky - DroneflowerMarissa Nadler
& Stephen Brodsky - Droneflower
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues