Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Karate - Cancel/Sing (Southern)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Karate - Cancel/Sing
Autore: Karate
Titolo: Cancel/Sing
Anno: 2002
Produzione:
Genere: rock / post-rock / indie

Voto:



I Karate sono un gruppo che stimo moltissimo. Nel corso della loro, non lunghissima, carriera hanno avuto un'evoluzione non trascurabile. Dai "fugazismi" emo dei primi dischi si passati al jazz dell'ultimo Unsolved. Pi di una persona rimasta spiazzata e pi di un fan ha abbandonato il gruppo. Ma molti, da quel momento, hanno iniziato ad amarli molto pi di prima perch sapevano di trovarsi davanti non un gruppo qualsiasi ma bens una delle formazioni di punta dell'indie americano. Questo EP di 26 minuti contiene solo due canzoni: Cancel e Sing. Probabilmente una cosa del genere spaventer molte persone ed un peccato, perch questo EP fantastico. La band di Geoff riesce a mescolare i furori Emo degli esordi, parti che sembrano rubate ad Instrument dei Fugazi e Jazz. Gi il tanto odiato Jazz riesce a portare i Karate in un mondo nuovo, tutto loro molto probabilmente, in cui i nostri tracciano nuove strade per l'indie americano. Rifiutarsi di ascoltare queste due gemme non sarebbe salutare per le vostre orecchie. Quindi procuratevi il disco e ascoltatelo a vita.

[Dale P.]

Canzoni significative: Cancel, Sing.

Questa recensione stata letta 3399 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

11/07/2004VareseGhost Day 2004

NEWS


07/04/2022 Sei Date In Italia
25/07/2005 Sciolti

tAXI dRIVER consiglia

Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Jambinai - ONDAJambinai
ONDA
90 Day Men - To Everybody90 Day Men
To Everybody
Low - Things We Lost In The FireLow
Things We Lost In The Fire
Red Sparowes - Every Red Heart Shines Toward the Red SunRed Sparowes
Every Red Heart Shines Toward the Red Sun
Sigur Ros - Me Su I Eyrum Vi Spilum EndalaustSigur Ros
Me Su I Eyrum Vi Spilum Endalaust
*Shels - Plains Of The Purple Buffalo*Shels
Plains Of The Purple Buffalo
Don Caballero - What Burns Never ReturnsDon Caballero
What Burns Never Returns
Battles - Juice B CryptsBattles
Juice B Crypts
deathcrash - Returndeathcrash
Return