Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

La Matta EP - Karnea (Jestrai)

Ultime recensioni

Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?
Siena Root - The Secret Of Our TimeSiena Root
The Secret Of Our Time
Horseneck - Fever DreamHorseneck
Fever Dream

Karnea - La Matta EP
Voto:
Etichetta: Jestrai
Anno: 2004
Produzione:
Genere: rock / alternative /
Scheda autore: Karnea



Molto carino quest'EP dei Karnea, pubblicato dall'attivissima Jestrai, che, ormai, ogni mese ci delizia con qualche nuova uscita. Il sound della band è debitrice di certo grunge/stoner. L'iniziale "La Matta" (tratta dall'album "Sublime Follia") è una via di mezzo tra i Verdena e "Insignificance" dei Pearl Jam (più di una similitudine, plagio, citazione o libera reinterpretazione??). Il pezzo forte però è il brano numero 2: "Paris". Una struttura varia rende l'ascolto particolarmente stimolante. Divagazioni stoner con ricchi inserti noise. Tra QOTSA e Marlene Kuntz. Ormai un'obbligo la cover beatlesiana. Questa è la volta di "Something" a firma George Harrison. A chiudere l'EP ci pensa la strumentale "La Reve D'Un Curieux", un breve valzerino fatto a carillon. Un aquisto essenzialmente rivolto a fan e curiosi.

[Dale P.]

Canzoni significative: Paris.

Questa recensione é stata letta 3834 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Karnea - Giù Da MeKarnea
Giù Da Me

tAXI dRIVER consiglia

Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Andrew WK - I Get WetAndrew WK
I Get Wet
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain
Tre Allegri Ragazzi Morti - Le OriginiTre Allegri Ragazzi Morti
Le Origini
Black Midi - SchlagenheimBlack Midi
Schlagenheim
Waax - Big GriefWaax
Big Grief
Saul Williams - The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardustSaul Williams
The Inevitable Rise And Liberation Of NiggyTardust
Giorgio Canali - Giorgio Canali & RossofuocoGiorgio Canali
Giorgio Canali & Rossofuoco
Santo Niente - Occhiali Scuri Al Mattino EPSanto Niente
Occhiali Scuri Al Mattino EP
Fiub - Brown StripesFiub
Brown Stripes