Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Menace Ruine - Union Of Irreconcilables (Aurora Borealis)

Ultime recensioni

Stew - TasteStew
Taste
Fu Manchu - A Look Back Dogtown & Z-BoysFu Manchu
A Look Back Dogtown & Z-Boys
AA.VV. - Ô - A Tribute To Ô PaonAA.VV.
Ô - A Tribute To Ô Paon
Endless Boogie - AdmonitionsEndless Boogie
Admonitions
Cerce - Cowboy MusicCerce
Cowboy Music
Sugar Horse - The Live Long AfterSugar Horse
The Live Long After
Bad Waitress - No TasteBad Waitress
No Taste
Midwife - LuminolMidwife
Luminol
Nolan Potter - Music Is DeadNolan Potter
Music Is Dead
Illuminati Hotties - Let Me Do One More TimeIlluminati Hotties
Let Me Do One More Time
A.A. Williams - Arco EPA.A. Williams
Arco EP
Failure - Wild Type DroidFailure
Wild Type Droid
King Buffalo - AcheronKing Buffalo
Acheron
Papangu - HolocenoPapangu
Holoceno
Moin - Moot!Moin
Moot!
Kulk - We Spare NothingKulk
We Spare Nothing
Kaatayra - InpariquipêKaatayra
Inpariquipê
Indigo Raven - Looking for TranscendenceIndigo Raven
Looking for Transcendence
Elder - & Kadavar - EldovarElder
& Kadavar - Eldovar
Pan Daijing - JadePan Daijing
Jade

Menace Ruine - Union Of Irreconcilables
Autore: Menace Ruine
Titolo: Union Of Irreconcilables
Anno: 2010
Produzione: James Plotkin
Genere: metal / black metal / ambient

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




...nel processo alchemico di trasformazione fuoco e acqua
sono considerati come "l'unione degli inconciliabili"...
Il fuoco luce radiosa della nostra mente cosciente, l'acqua
la profondita' insondabile del nostro inconscio.

Se il primo full length "Cult of Ruins", si muoveva in territori black metal alienato e alienante nel secondo "The Die is Cast" i ritmi rallentavano decisamente per forgiare un interessante incrocio tra Nadja e Dead Can Dance.

Oggi in "Union of Irreconcilables" gli elementi usati dal duo canadese trovano un nuovo equilibrio dove il noise/black diventa linguaggio descrittivo di suggestioni arcane e medioevaleggianti. La voce pulita e solenne di Genevieve apre squarci di epicita' all'interno di "ballate" marziali che si sviluppano lente e funeree rimandando spesso ai dimenticati The Moon Lay Hidden Beneath a Cloud di Alzbeth e Albin Julius (oggi mente dei Der Blutharsch).

E'un disco nero, magmatico e dalla produzione sporca (ad opera di James Plotkin) ma tremendamente efficace e stratificata nelle sue distorsioni che amplificano scenari apocalittici e disturbanti.

Se amate Sunn O))), KTL, Khlyst e in generale l'oscurita' in musica non ignorate questa piccola gemma dal sapore antico ma dannatamente attuale.

[Marco Paddeu]

Canzoni significative: Tutte


Questa recensione é stata letta 9848 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Wolves In The Throne Room - Celestial LineageWolves In The Throne Room
Celestial Lineage
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal
Bríi - Entre Tudo que é Visto e OcultoBríi
Entre Tudo que é Visto e Oculto
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Bríi - Sem PropósitoBríi
Sem Propósito
Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Menace Ruine - Union Of IrreconcilablesMenace Ruine
Union Of Irreconcilables
Werian - AnimistWerian
Animist