Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Union Of Irreconcilables - Menace Ruine (Aurora Borealis)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Menace Ruine - Union Of Irreconcilables
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2010
Produzione: James Plotkin
Genere: metal / black metal / ambient
Scheda autore: Menace Ruine



...nel processo alchemico di trasformazione fuoco e acqua
sono considerati come "l'unione degli inconciliabili"...
Il fuoco luce radiosa della nostra mente cosciente, l'acqua
la profondita' insondabile del nostro inconscio.

Se il primo full length "Cult of Ruins", si muoveva in territori black metal alienato e alienante nel secondo "The Die is Cast" i ritmi rallentavano decisamente per forgiare un interessante incrocio tra Nadja e Dead Can Dance.

Oggi in "Union of Irreconcilables" gli elementi usati dal duo canadese trovano un nuovo equilibrio dove il noise/black diventa linguaggio descrittivo di suggestioni arcane e medioevaleggianti. La voce pulita e solenne di Genevieve apre squarci di epicita' all'interno di "ballate" marziali che si sviluppano lente e funeree rimandando spesso ai dimenticati The Moon Lay Hidden Beneath a Cloud di Alzbeth e Albin Julius (oggi mente dei Der Blutharsch).

E'un disco nero, magmatico e dalla produzione sporca (ad opera di James Plotkin) ma tremendamente efficace e stratificata nelle sue distorsioni che amplificano scenari apocalittici e disturbanti.

Se amate Sunn O))), KTL, Khlyst e in generale l'oscurita' in musica non ignorate questa piccola gemma dal sapore antico ma dannatamente attuale.

[Marco Paddeu]

Canzoni significative: Tutte


Questa recensione Ú stata letta 8423 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Oranssi Pazuzu - KosmonumentOranssi Pazuzu
Kosmonument
White Ward - Love Exchange FailureWhite Ward
Love Exchange Failure
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
Ettrick - Sudden Arrhythmic DeathEttrick
Sudden Arrhythmic Death
Ulver - Shadows Of The SunUlver
Shadows Of The Sun
Frostmoon Eclipse - Death Is ComingFrostmoon Eclipse
Death Is Coming
Altar Of Plagues - MammalAltar Of Plagues
Mammal
Mgla - Age Of ExcuseMgla
Age Of Excuse