Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Oranssi Pazuzu - Mestarin Kynsi (Nuclear Blast)

Ultime recensioni

Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Wyatt E. - Al Beluti DaruWyatt E.
Al Beluti Daru

Oranssi Pazuzu - Mestarin Kynsi
Autore: Oranssi Pazuzu
Titolo: Mestarin Kynsi
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2020
Produzione: Oranssi Pazuzu
Genere: metal / black metal / avantgarde

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




I finlandesi Oranssi Pazuzu sono senza dubbio una delle band più ostiche in circolazione. Il loro black metal suona dissonante, psichedelico e privo di orpelli riconoscibili. Grazie alla loro proposta, passo dopo passo, si sono conquistati un discreto numero di seguaci che gli hanno consentito il passaggio dalle piccole indipendenti (Svart, Spinefarm, Roadburn) al colosso Nuclear Blast, noto per distruggere la qualità delle band che mette sotto l'ala protettiva. Per fortuna, questo non è il caso.

Mestarin Kynsi nasce dopo l'esperienza con i Dark Buddah Rising sotto il nome di Waste Of Space Orchestra e mostra una band, se possibile, ancora più matura. I riff di chitarra sono praticamente spariti sostituiti da suoni, tastiere, atmosfere spaziali, mentre la sezione ritmica si dà un gran bel da fare per mantenere una struttura sensata ai brani. Le voce appare e scompare come un attore non protagonista, trascindando l'ascoltatore in luoghi inusuali e sinistri.

Mestarin Kynsi prende il sound del black metal cosmico e lo scaglia ancora più lontano. Un album difficile, i cui primi ascolti possono lasciare un po' straniti a causa dei suoni alieni e di un'inesistente forma canzone. Aggrappatevi alla sezione ritmica come fosse la maniglia di sicurezza di un ottovolante e gustatevi il viaggio.

[Dale P.]

Canzoni significative: Uusi Teknokratia, Oikeamielisten Sali.


Questa recensione é stata letta 442 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Oranssi Pazuzu - KosmonumentOranssi Pazuzu
Kosmonument

Live Reports

14/04/2012TilburgRoadburn 2012 Day 3

tAXI dRIVER consiglia

Wiegedood - ThereWiegedood
There's Always Blood At The End Of The Road
Devil Master - Satan Spits on Children of LightDevil Master
Satan Spits on Children of Light
Wolves In The Throne Room - Celestial LineageWolves In The Throne Room
Celestial Lineage
Mizmor - CairnMizmor
Cairn
Deathspell Omega - The Long DefeatDeathspell Omega
The Long Defeat
Oranssi Pazuzu - KosmonumentOranssi Pazuzu
Kosmonument
Darkthrone - Old StarDarkthrone
Old Star
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Ætheria Conscientia - Corrupted Pillars of VanityÆtheria Conscientia
Corrupted Pillars of Vanity
Bríi - Entre Tudo que é Visto e OcultoBríi
Entre Tudo que é Visto e Oculto