Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Sisteria - Dark Matter (Horton)

Ultime recensioni

Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture

Sisteria - Dark Matter
Titolo: Dark Matter
Anno: 2022
Produzione: Steve Boaz
Genere: rock / hard rock / psych

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Dark Matter





Le strade di internet sono infinite e non è raro imbattersi in band eccezionali che si muovono in contesti locali. I Sisteria vengono dall'Oklahoma, prodotti dalla Horton Records, una piccola label non-profit che si occupa di dare visibilità a band della zona. Una label come tante che ha nel roster band di ogni tipo, senza infamia e senza lode.

I Sisteria però hanno una marcia in più, talmente tanto che l'eco del loro disco d'esordio si sparge pian pianino in tutto il mondo grazie al passa parola degli appassionati.

Capitanata dalla carismatica Katie Williams la band (variegata e cangiante) dichiara di ispirarsi a Black Mountain, All Them Witches, Black Sabbath e Jefferson Airplane. Paragoni troppo pesanti? No. Anzi, c'è anche molto di più. Intanto un gusto sopra la media. Katie sa quando è il momento di lasciar parlare gli strumenti e far respirare i brani e allo stesso tempo sa farsi carico di trascinare una canzone con carisma e capacità tecniche. La sua voce è molto duttile e tra le sue pieghe sentiamo sia Grace Slick che il folk, il blues, l'americana e anche il funk (in "Winter Crow" ho colto anche sfumature black-gggrl alla Betty Davis).

L'organo hammond farà rizzare i peli degli ascoltatori più anziani ma c'è da dire che erano anni che non si sentiva usare in modo così convincente. Le chitarre gentili e una sezione ritmica perfetta soddisferanno le esigenze dei più raffinati.

Sisteria riescono a riassumere felicemente 55 anni di storia del rock, non dimenticando anche qualche strizzata d'occhio a band moderne retro futuriste (Witch, Kyuss, Sleep). Non c'è bisogno di aspettare un secondo disco per la conferma: fate vostro questo capolavoro. Purtroppo non di facile reperibilità in formato fisico dalle nostre parti.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Questa recensione é stata letta 411 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Small Jackets - Play At High LevelSmall Jackets
Play At High Level
Who, The - WhoWho, The
Who's Next
Blue Cheer - Vincebus EruptumBlue Cheer
Vincebus Eruptum
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Hallas - Isle Of WisdomHallas
Isle Of Wisdom
Hellacopters - By The Grace Of GodHellacopters
By The Grace Of God
Ojm - Under The ThunderOjm
Under The Thunder
Graveyard - Hisingen BluesGraveyard
Hisingen Blues
Hallas - ConundrumHallas
Conundrum
Stew - TasteStew
Taste