Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

A Sailor Lost Around The Earth - Valerian Swing (Antistar)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Valerian Swing - A Sailor Lost Around The Earth
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2011
Produzione: Matt Bayles
Genere: metal / post-metal / post-rock



A piccoli grandi passi i Valerian Swing, da Correggio, cercano di dire la loro in un ambiente che in Italia stenta a trovare visibilita' e pubblico.

Con questo "A Sailor Lost Around The Earth" la band emiliana dimostra di voler fare le cose in grande: prodotto da Matt Bayles (Isis, Mastodon) al Red Room Studio di Seattle, fin dalle prime note non tradisce la volonta' di lasciare un segno nella scena hardcore/progressive. I primi secondi del disco (Dr Pengle, s There) ricorda l'approccio jazz destrutturato dei compianti Ephel Duath, ma dopo pochi attimi e' chiaro che la ricetta ha decisamente un altro sapore: momenti riflessivi post-rock (o post-metal contando l'irruenza generale), scariche strumentali decisamente poco muscolari (ovvero niente fastidiosi chitarroni ipercompressi) ma capaci di stordire per varieta' e funambolismo. Lasciano perplessi i rari momenti cantati: troppo "emo" e poco incisivi, ma essendo pochi sprazzi qua e la non danneggiano il risultato finale.

Se vogliamo trovare un difetto, in una formula che in realta' va supportata anche solo per l'impegno di non suonare mai banale, e' l'eccessiva volonta' di stupire sacrificando la forma canzone, facendo perdere la volonta' iniziale di tuffarsi in un piatto piuttosto variegato capace di ospitare sia riff da headbanging che momenti introspettivi piuttosto contorti.

"A Sailor Lost Around The Earth" e' un disco che piacera' agli amanti di Dillinger Escape Plan, Giant Squid, Mr Bungle e coloro che si sentono orfani degli Ephel Duath e ci consegna una band assolutamente da seguire in futuro.

Piccola aggiunta sul valore live : assolutamente di alto livello e capace di lasciare i presenti a bocca aperta. Non perdeteli soprattutto in questa veste!

[Dale P.]

Canzoni significative: A Sea In Your Divine Fast, Pleng.

Questa recensione Ú stata letta 2920 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


10/09/2014 Teaser di Aurora
27/07/2011 Video Nella Foresta Norvegese

tAXI dRIVER consiglia

Celeste - Mortes NeesCeleste
Mortes Nees
Vanessa Van Basten - Psygnosis EPVanessa Van Basten
Psygnosis EP
Pelican - Pelican EPPelican
Pelican EP
Dyskinesia - Dalla NascitaDyskinesia
Dalla Nascita
Burst - Lazarus BirdBurst
Lazarus Bird
Kongh - Shadows Of The ShapelessKongh
Shadows Of The Shapeless
Rosetta - A Determinism Of MoralityRosetta
A Determinism Of Morality
Isis - OceanicIsis
Oceanic
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Dirge - Elysian Magnetic FieldsDirge
Elysian Magnetic Fields